Giovedì, 24 Giugno 2021
Politica

Emergenza casa, trasporti e marine: pronti gli emendamenti del Pd

I democratici chiedono la previsione di poste di bilancio per far fronte ad alcune priorità. Sulla darsena di San Cataldo il capogruppo Foresio calca la mano

LECCE – Venerdì mattina il consiglio comunale di Lecce è chiamato all’approvazione del bilancio di previsione per il 2016 e il Partito Democratico ha deciso di presentare tre emendamenti, come annunciato dal capogruppo, Paolo Foresio e dal consigliere Antonio Rotundo.

Il primo riguarda l’emergenza abitativa, per la quale si chiede lo stanziamento di 30mila euro per andare incontro alle esigenze di chi non ha una casa, per esempio coloro che hanno subito uno sfratto. Un’altra questione da affrontare, secondo i democratici, è quella del trasporto pubblico: la richiesta è di impegnare 60mila euro per un programma di agevolazioni per i ceti più deboli. Il terzo tema è quello delle marine leccesi: con l’emendamento si sollecita un segnale tangibile, 100mila euro, per contrastare la situazione di degrado.

Proprio su questo punto Foresio, ha calcato la mano, con riferimento alla darsena di San Cataldo, per la cui riqualificazione si è ancora in una fase procedurale: "Nel dettagliato (e disatteso) programma elettorale del sindaco Perrone del 2012, che tutti possono leggere perché, come da disposizioni di legge, è pubblicato sul sito del Comune, si parla testualmente di 'realizzazione del porto turistico e delle strutture ricettive e commerciali ad esso collegate'. Non c’è bisogno di dire che, in quattro anni, nulla di tutto questo ha visto la luce. Stando così le cose, chiediamo al sindaco di intervenire con urgenza stanziando le somme necessarie per garantire almeno una bonifica della darsena, dando così ai pescatori la possibilità di ritornare ad esercitare il proprio lavoro. Si ristabiliscano, quindi, per lo meno le condizioni minime di agibilità e vivibilità anche per evitare disagi ai residenti e ai fruitori delle spiagge vicine, che con l’inizio della stagione estiva torneranno a ripopolarsi, causati dai cattivi odori emanati dalle alghe".

“Verificheremo - annunciano gli esponenti del Pd - se da parte della maggioranza ci sarà la volontà di dare risposte positive alle questioni da noi indicate e che oggettivamente rappresentano alcune delle priorità della nostra città ,oppure se ancora una volta prevarrà la logica di schieramento, come tante altre volte è  accaduto: si vota contro a prescindere perché  le proposte vengono dalla minoranza”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza casa, trasporti e marine: pronti gli emendamenti del Pd

LeccePrima è in caricamento