Politica

Emergenza casa, Monosi contro la Regione. Foresio: "Sempre sul pezzo"

L'assessore punta l'indice contro il governo pugliese, il capogruppo del Pd replica invitandolo a non deviare l'attenzione dalle sue responsabilità

L'assessore al Patrimonio, Attilio Monosi.

LECCE – Il tema dell’emergenza abitativa scotta. Dal punto di vista sociale quella legata alla casa rappresenta una delle problematiche più diffuse, ma anche sotto l’aspetto giudiziario ha una sua rilevanza, stante l’inchiesta condotta dalla procura di Lecce e che, per il momento vede tra gli indagati un consigliere comunale (Antonio Torricelli), un dirigente di Palazzo Carafa (Pasquale Gorgoni) e due assessori, Luca Pasqualini e Attilio Monosi.

E’ proprio quest’ultimo, che ha la delega al Patrimonio, a rivolgersi a Paolo Foresio, capogruppo del Pd in consiglio comunale dove martedì si è registrato un acceso scontro sull’ordine del giorno presentato da Carlo Salvemini per la redazione di un piano casa e dell’istituzione di un’agenza dell’affitto.  Sebbene ci fosse il parere favorevole anche della maggioranza e dello stesso sindaco, Paolo Perrone, al momento del voto il documento è stato bocciato perché sono state giudicate ostili all’amministrazione le precedenti dichiarazioni del consigliere del Pd.

La polemica, evidentemente, non è sopita:  Foresio invece di criticare surrettiziamente l'operato della giunta – scrive oggi Monosi in una nota - avrebbe fatto molto meglio a chiedere lumi ai suoi colleghi di partito che da diversi anni a questa parte governano la Regione Puglia per sollecitare, ad esempio, una risposta in merito all'utilizzo di uno dei tanti immobili del patrimonio regionale esistenti sul territorio leccese, come parte dell'ex Ospedale Vito Fazzi o dell'ex Galateo. Sono trascorsi due anni esatti, infatti, da quando il sindaco Paolo Perrone ha scritto all'ex presidente della Regione Puglia Nichi Vendola e all'ex assessore alla Sanità, Elena Gentile per chiedere alla Regione di destinare al Comune l'immobile in questione al fine di accedere ai finanziamenti di Fondi Fesr dei Pon Sicurezza. Ma ad oggi dalla Regione non è pervenuta alcuna risposta”.

Per l’assessore della giunta Perrone, insomma, la responsabilità sulla vicenda è da ricercarsi lontano da Lecce: “Il problema dell'emergenza abitativa, come si evince, è stato affrontato da tempo e per tempo da questa amministrazione ma l'evidente ritardo della Regione Puglia non ci ha consentito di dare risposte a tale gravissimo bisogno sociale. Per queste ragioni gli affondi politici  del consigliere Foresio appaiono sterili, stucchevoli e per certi versi fuorvianti. Cogliamo, invece, l'occasione per invitare il consigliere Foresio a farsi carico concretamente del problema sollecitando i suoi colleghi regionali a dare una risposta positiva alle richieste avanzate dal Comune di Lecce”.

Breve la replica del diretto interessato: “Complimenti vivissimi all'assessore Monosi che è sempre sul pezzo. Tu parli dei ritardi mostruosi sulle case rifugio per i senzatetto, vedi Masseria Ghermi ed ex Principe Umberto, e lui risponde che l'emergenza abitativa a Lecce è colpa della Regione che non dà riscontri su ex Fazzi e vecchio Galateo. Peccato che, intanto, lui, assessore al Patrimonio, inserisca nel piano delle alienazioni anche case che dovrebbero essere destinate all'edilizia popolare pubblica e, in qualche caso, le venda pure, salvo fare marcia indietro grazie alla nostra denuncia. Sia serio, quindi, si informi, studi, si legga gli articoli prima di rispondere e, invece di dare consigli a me, si preoccupi di svolgere lui bene il suo incarico, finché ce l'ha”.

La questione abitativa sarà tra i punti nell’agenda della Commissione Parlamentare Antimafia che da lunedì a mercoledì sarà nel Salento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza casa, Monosi contro la Regione. Foresio: "Sempre sul pezzo"

LeccePrima è in caricamento