menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto dal profilo Fb del meetup Arnesano.

Foto dal profilo Fb del meetup Arnesano.

Discarica abusiva a ridosso della strada provinciale 225: esposto del M5S

Il consigliere regionale Antonio Trevisi si rivolge alla procura, ad Arpa, ai carabinieri e al Comune di Arnesano, già sollecitato dal locale meetup

ARNESANO – Un esposto per richiamare una volta per tutte l’attenzione delle istituzioni sulla discarica abusiva tra via Madonna Monte Vergine e la strada provinciale Sp 225, ad Arnesano.

A presentarlo il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Antonio Trevisi che si è rivolto al procuratore della Repubblica di Lecce, all’Arpa, al nucleo operativo ecologico dei carabinieri e al Comune di Arnesano. Nell’area indicata, accessibile da un tratto sterrato, ci sono cumuli di rifiuti e in particolare lastre di eternit, materiale plastico, pneumatici, scarti di vegetazione, sanitari, elettrodomestici, arredamenti vari: insomma, tutto il repertorio dell’inciviltà.

Trevisi riferisce che l’amministrazione, sollecitata sul punto dal locale meetup, ha dichiarato più volte di essersi attivata, ma ad oggi la situazione è immutata. “Solo promesse da parte delle istituzioni comunali riguardo ad una situazione ambientale molto critica sul territorio comunale di Arnesano. E’ necessario il ripristino dello stato dei luoghi nonché  le condizioni di sicurezza sanitaria ed ambientale del sito, salvaguardando, in tal senso, la salute pubblica seriamente minacciata dall'accumulo indiscriminato di rifiuti. Si valuti, inoltre, la possibilità esecutiva di attuare un’ordinanza demandando al personale del corpo di polizia locale, la vigilanza, il controllo del sito, nonché l'adozione dei provvedimenti di loro competenza, per impedire l’accesso e l’abbandono incontrollato dei rifiuti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Salento da zona gialla: 81 nuovi casi ogni 100mila abitanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento