Politica

Gas metano nelle marine: l'estensione della rete parte da San Cataldo

In giunta approvata la delibera da portare nel prossimo consiglio comunale. I lavori in concomitanza con quelli di Aqp per limitare i disagi

Nella foto d'archivio, lavori sulla strada Lecce-San Cataldo.

LECCE – La rete per la fornitura del gas metano sarà estesa prima a San Cataldo e poi nelle altre marine, con una tempistica scandita anche dalla soluzione di alcuni situazione particolari come la proprietà privata di molte strade (Spiaggiabella e Torre Chianca)

La giunta comunale ha approvato oggi la relativa delibera che sarà discussa in consiglio la prossima settimana. La concessionaria Rete Gas spa già dai prossimi mesi provvederà agli interventi necessari nell’abitato di San Cataldo e lungo la Provinciale che collega la marina al capoluogo.Per minimizzare l’impatto sulla viabilità e sull’integrità del manto stradale, l’amministrazione di Palazzo Carafa ha chiesto alla società di aprire il cantiere in concomitanza con le opere di Aqp per il potenziamento della fogna nera nelle marine che partiranno tra un paio di settimane.

“Il nostro obiettivo, così come abbiamo ripetuto in campagna elettorale – ha dichiarato il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici, Alessandro Delli Noci -  è quello di rendere le marine dei veri e propri quartieri della città, garantendo a chi ci vive quei servizi indispensabili già presenti in città. Con l'estensione della rete del gas metano si ridurranno i costi per i residenti e aggiungeremo un ulteriore e importante tassello alle politiche di rigenerazione delle nostre marine”.

Il vice sindaco, che ha anche la delega ai Lavori Pubblici, ha illustrato anche l’iter immaginato per la copertura delle marine: “Partiamo da San Cataldo, dove effettueremo i lavori in concomitanza con quelli di Aqp, ma il nostro obiettivo è di raggiungere tutte le marine in tempi brevi. Abbiamo già chiesto alla ditta, che ringrazio per la disponibilità e la collaborazione, di valutare la possibilità di realizzare la rete gas simultaneamente alla Riqualificazione urbana e architettonica di Piazza Ugo Ferrandi a Borgo Piave, alla riqualificazione della piazza, dei percorsi e dei servizi a San Ligorio e di intervenire simultaneamente all'Aqp nelle località di Frigole e Case Simini. Con le migliorie della gara dell'Atem si potrà valutare l'estensione della rete anche a Spiaggiabella e Torre Chianca dove, però, molte strade ad oggi non sono di proprietà del Comune di Lecce. Stiamo predisponendo un progetto contenente tutti gli interventi che porteremo nel primo Consiglio comunale utile per l'approvazione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gas metano nelle marine: l'estensione della rete parte da San Cataldo

LeccePrima è in caricamento