Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Rifiuti, etichette e brochure per ipovedenti: "Noi i più puntuali a rispettare le regole"

Presentato il materiale informativo, realizzato da Monteco con il metodo Braille e ideogrammi a rilievo, che consente ai cittadino privi del tutto o parzialmente della vista di contribuire in maniera ottimale al servizio di raccolta porta a porta

LECCE – Per una buona riuscita della raccolta dei rifiuti attraverso il sistema del porta a porta è necessario il pieno coinvolgimento anche dei cittadini diversamente abili. Così Monteco ha provveduto a predisporre le brochure con il calendario di raccolta e le etichette in plastica rigida da appore sui contenitori domestici con il metodo Braille e degli ideogrammi a rilievo. Il tutto a beneficio delle persone cieche o ipovedenti.

L’iniziativa è stata presentata oggi all’Open Space di Palazzo Carafa, alla presenza dell’assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, di Davide Di Dongiovanni, presidente dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti, e di Antonio Maggiore in rappresentanza del Centro italiano tiflotecnico. “Posso garantire– ha dichiarato quest’ultimo – che i diversamente abili saranno i cittadini più puntuali nel rispettare le regole. Chiediamo alle istituzioni un coinvolgimento più costante perché ci sentiamo parte attiva della cittadinanza”.

Nell’occasione si è fatto anche un rapido bilancio sull’avvio del porta a porta che l’azienda ha avviato dal 4 maggio nel centro storico, nel rione di conferenza_braille-2San Pio e nella frazione di Villa Convento , accanto alla raccolta tradizionale nel resto della città. “Abbiamo riscontrato molta collaborazione da parte dei residenti – ha spiegato Sonia Dello Preite, in rappresentanza di Monteco -.  A Villa Convento, per esempio, anelavano il servizio perché la loro frazione è oggetto di conferimento indiscriminato da parte degli abitanti dei paesi limitrofi dove la differenziata è già una realtà da tempo”. Per quanto riguarda il centro storico, è in fase di completamento la copertura totale dei locali pubblici.

Da parte sua Guido si è detto soddisfatto “della puntualità delle attività di spazzamento, lavaggio e di taglio dell’erba. Tutte le attività ci vengono comunicate il giorno precedente secondo un calendario preciso”. Certo, ha precisato l’esponente del governo cittadino, in questa prima fase è auspicabile un atteggiamento flessibile che sappia bilanciare l’esigenza non più rinviabile di tenere la città pulita e quella dei cittadini di abituarsi ad un sistema di regole mai applicato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, etichette e brochure per ipovedenti: "Noi i più puntuali a rispettare le regole"

LeccePrima è in caricamento