Mercoledì, 4 Agosto 2021
Politica

Eugenio Pisanò rientra a Palazzo Carafa, ma a titolo gratutito

Per l'ex presidente del consiglio il ruolo di coordinatore delle attività degli organismi comunali. Riferirà direttamente al sindaco. Rischio di "collisione" con il suo successore alla guida dell'assise cittadina

Eugenio Pisanò.

LECCE - Alla fine è durato un paio di mesi l'esilio di Eugenio Pisanò da Palazzo Carafa. L'ex presidente dell'assise comunale, che alle amministrative non è riuscito ad avere il numero di consensi necessari per essere eletto nella lista de La Puglia prima di tutto, è stato infatti nominato dal sindaco, Paolo Perrone, coordinatore di tutte le attività del consiglio comunale, delle commissioni consiliari, della giunta e dei capigruppo consiliari.

"Il provvedimento del primo cittadino scaturisce dall’esigenza del sindaco di avere un supporto e un maggior raccordo tra gli organi istituzionali al fine di attuare gli indirizzi programmatici di governo", spiega una nota stampa dell'amministrazione comunale. L'incarico era stato preannunciato nelle scorse settimane quando le opposizioni erano insorte parlando di un'operazione tipicamente "politichese" e peraltro onerosa per le casse comunali. 

A tal proposito  Perrone ha specificato che si tratta di un incarico a titolo gratuito e che pertanto "si sono rilevate del tutto prive di fondamento le illazioni anticipate nei giorni scorsi sui media dai consiglieri di minoranza che definivano l’incarico da affidare a Pisanò quale risarcimento politico tanto da paventare un danno erariale per l’Eente e addirittura una possibile denuncia alla Corte dei Conti". 

Il ruolo svolto da Pisanò sarà tutto politico perchè riferirà direttamente al sindaco. Resta da capire se non sorgeranno problemi di incompatibilità di fatto con Alfredo Pagliaro, attuale presidente del consiglio comunale e candidato per il Movimento Regione Salento. Qualcuno potrebbe leggere questa decisione addirittura con la tentazione di un controllo politico di un organismo sovrano, ma la ragione va probabilmente ricercata negli equilibri interni ad alcune componenti della maggioranza, Pdl e Mrs in primis.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eugenio Pisanò rientra a Palazzo Carafa, ma a titolo gratutito

LeccePrima è in caricamento