Domenica, 13 Giugno 2021
Politica

"Evitare situazioni inconciliabili con ruoli pubblici"

Il vice coordinatore del Pdl auspica la fine delle polemiche ma aggiunge: "Avere comportamenti che evitino di finire, anche per debolezza, nelle spire della malavita". E diffonde i suoi esami completi

Saverio Congedo.-21

LECCE - Nessuna ulteriore strumentalizzazione politica, dopo il comunicato del procuratore Cataldo Motta, ma chi ricopre cariche pubbliche "ha il dovere di essere di esempio". Lo dice senza mezzi termini Erio Congedo, consigliere regionale e vice coordinatore provinciale del Pdl, in una nota che segue di pochi minuti la comunicazione del numero uno della Procura leccese. (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=30420).

Dopo aver rinnovato il plauso alle forze dell'ordine a alla magistratura per l'attività di contrasto alla criminalità organizzata nel Salento, l'esponente della corrente di Mantovano nel Pdl, interviene sulla distinzione tra l'ambito giuridico e quello politico, ciascuno contrassegnato da regole e comportamenti propri. "Non vi è dubbio che chi riveste cariche pubbliche ha il dovere, prima e più di chiunque altro, di essere d'esempio, di rispettare le regole e le istituzioni, di avere comportamenti che evitino di finire, anche se per debolezza, nelle spire di un mondo malavitoso in situazioni difficilmente conciliabili con compiti istituzionali".

E per essere coerente con il proprio auspicio, lo stesso Congedo ha inviato a tutti gli organi di informazione l'esito completo dell'esame tricologico secondo il metodo immunometrico riguardante l'eventuale presenza di cocaina, anfetamina, cannabinoidi, ecstasy, metadone e oppiacei. L'esito, in tutti i casi, è stato negativo: "Pur consapevole che siano altre le priorità da affrontare a cominciare dalle gravi difficoltà di famiglie e imprese, in una fase di insofferenza verso la politica e di interrogativi sull'affidabilità dei rappresentanti istituzionali, non ritengo superflui segnali di chiarezza e di rassicurazione: con questo spirito mi sono, pertanto, sottoposto ad un completo test antidroga immunometrico sui capelli che divulgo e che risulta ovviamente negativo".

Telegrafico il commento al comunicato di Motta da parte dell'esponente dell'Udc - Centro moderato, Wojtek Pankiewicz: "Gratitudine al dottor Motta, il quale, così come io avevo auspicato, ha voluto chiarire l'inquietante vicenda. Meglio così. Noi leccesi tiriamo un sospiro di sollievo. Noi impegnati in politica possiamo concentrarci, cosa che io non ho mai cessato di fare, sugli altri gravi problemi di questa città".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Evitare situazioni inconciliabili con ruoli pubblici"

LeccePrima è in caricamento