Lunedì, 20 Settembre 2021
Politica Gallipoli

Ex Ceduc, "sbloccati" lavori: ostello per... anziani

In dirittura d'arrivo la ripresa delle opere di ristrutturazione dell'immobile di lungomare Galilei. Il Comune ha licenziato la destinazione dei locali al pianterreno. Interventi per 300mila euro

ex sede del Ceduc

Mentre al primo piano dell'immobile in fase di riconversione si notato, in questi giorni, alcuni "tiepidi" interventi di rifinitura edilizia, per l'ex Ceduc di Gallipoli è in fase di completamento l'iter progettuale che consentirà di ultimare complessivamente i lavori di ristrutturazione funzionale."Si sta progettando inoltre la parte finale del Ceduc, essenzialmente riguardante il pianterreno, per 300mila euro. Il lavoro sarà appaltato senza indugio appena pronto il progetto, già in fase di ultimazione", queste le parole dell'assessore ai Lavori Pubblici del Comune ionico, Giuseppe Barba. Che in buona sostanza rispondono ad alcuni interrogativi piovuti da più parti in merito al perdurare cronico del "blocco" dei lavori nell'immobile di lungomare Galilei. Intoppi burocratici che a quanto pare erano riconducibili, almeno in parte, alla necessità di chiarirsi le idee circa la riconversione dell'ex Centro educativo per minori, in particolar modo sul cambio di destinazione d'uso dei locali da ristrutturare al piano inferiore. Un'empasse che secondo quanto riferiscono da Palazzo Balsamo sarebbe ormai superato dopo che l'amministrazione comunale ha provveduto ad individuare la nuova funzionalità dei locali del pianterreno destinati ad ospitare un nuovo Centro aperto per anziani. Una sorta di ostello?della terza età, da non confondere come una residenza di riposo o di parcheggio, ma da intendersi, viceversa, come struttura sociale dinamica e funzionale per chi è più in sù con gli anni. Un progetto che come detto prevede interventi per 300 mila euro e che di fatto contribuirà a portare a termine le opere per il completamento della ristrutturazione dell'immobile.

Ex Ceduc per il quale il primo lotto di interventi si può considerare pressoché ultimato e grazie al quale, una volta rifinito il tutto, sarà ripristinato e fruibile l'intero primo piano dell'edificio, compreso anche il relativo collegamento che dal piano terra congiunge al livello superiore, mentre per il secondo lotto d'interventi, che garantirà la completa e totale funzionalità del plesso si stanno accelerando, a quanto pare, in questi giorni le opportune procedure. " Va ricordato che il primo intervento sul piano superiore" ribadisce l'assessore Barba, "è stato finanziato con fondi regionali su richiesta del primo esecutivo Venneri per un importo complessivo di 775mila euro, erogato dall'allora Giunta regionale guidata da Raffaele Fitto, mentre per il secondo lotto per il quale si stanno esplicando le relative procedure sono stati investiti circa 300mila euro rivenienti dal Bilancio comunale.

Anche il sindaco Giuseppe Venneri nel recente passato aveva manifestato la sua soddisfazione per l'ultimazione dei lavori fatti finanziare dalla sua prima Amministrazione Comunale. "Un finanziamento" rammenta il primo cittadino, "che sta per garantire a breve risultati positivi nell'interesse della città e che avevamo fortemente voluto, convinti oggi come allora che fosse assai importante riqualificare e rimodernare una struttura come il Ceduc, che per Gallipoli ha da sempre svolto un'alta funzione sociale e che quindi meritava la massima attenzione da parte dell'esecutivo cittadino. La stessa, del resto, che stiamo riservando ora attuando le procedure necessarie per completare il secondo lotto di lavori. Un duplice impegno, quello di ieri e quello attuale, mirato anche e soprattutto a garantire risposte certe ai lavoratori che erano impiegati nella struttura". E anche per gli ex operatori della struttura la speranza è l'ultima a morire? Aspettando il nuovo maquillage dell'ex Ceduc.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Ceduc, "sbloccati" lavori: ostello per... anziani

LeccePrima è in caricamento