menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piazzetta Carducci off limits, il Pd: "Mozione in Consiglio contro la chiusura"

Foresio e Rotundo criticano la decisione di chiudere l'intera piazza, con i disagi che ne derivano, e promettono di affrontare l'argomento nella prossima assise cittadina per rendere compatibili lavori e fruibilità della spazio

LECCE – Non è mai troppo tardi ed era ora che la politica, una parte della politica cittadina, prendesse  atto di quanto la chiusura di piazzetta Carducci, ex Convitto Palmieri, a causa dell'intervento conclusivo dei lavori di completamento del recupero dello storico edificio che accoglie la biblioteca provinciale, a ridosso di una delle entrate della movida leccese e di accesso al turismo nella città vecchia (spesa complessiva 2 milioni e 800mila euro), starebbe penalizzando studenti e solo alcuni gestori dei locali che si affacciano su via Cairoli. 

Sono infatti i consiglieri comunali all’opposizione del Pd Paolo Foresio e Antonio Rotundo, che in comunicato criticano la decisione di chiudere l’intera piazza, con i disagi che ne derivano, e promettono di sottoscrivere una mozione sull’argomento da portare in discussione al prossimo consiglio comunale: “Non è accettabile che in maniera del tutto surrettizia – affermano - venga chiuso alla fruizione pubblica lo spazio antistante il Convitto Palmieri”. E aggiungono: “I lavori appaltati dalla Provincia per il restauro del Convitto non richiedono infatti la chiusura dell’intera area, pertanto l’impressione è che i lavori in corso siano una mera scusante per chiudere l’intera zona”. 

Sospetto che in qualche modo era già emerso quando, a fine della scorsa estate, questo giornale affrontò la questione sentendo gli umori di quanti da quelle parti ci lavorano. E che fece partendo da una semplice constatazione, la data in cui i lavori di recupero dell’edificio dovrebbero terminare: ottobre 2013. Il che significa piazza off limits anche per tutta la prossima estate.


I due consiglieri ritengono inoltre “che non spetti alla Provincia assumere decisioni che hanno un impatto diretto sulla nostra città e sulla vivibilità dei luoghi essendo necessario, dunque, che tale decisione non venga sottratta ai soggetti istituzionali legittimati”.

Le posizioni di Rotundo e Foresio di fronte alle problematiche innescate dopo la chiusura di piazzetta Carducci, sono frutto dell’incontro che i due consiglieri hanno avuto con una delegazione di studenti incontrati nei giorni scorsi: “Abbiamo assicurato che la loro petizione, con la quale vengono segnalati notevoli disagi alla fruizione del Convitto, sarà oggetto di un’apposita mozione affinché possa essere il Consiglio comunale a decidere se e come rendere compatibili i necessari lavori di ristrutturazione alla contestuale fruibilità della piazzetta da parte di cittadini, residenti e turisti”.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Tregua domenicale, 584 i casi positivi. Lopalco "sfiduciato" dalla Lega

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento