Lunedì, 27 Settembre 2021
Politica

Ex lavoratori Eternit: questione approda in Provincia

Il capogruppo Pdl Biagio Ciardo presenta un ordine del giorno sul caso dei salentini ex lavoratori dell'azienda svizzera Eternit, oggi colpiti da problemi di salute dopo anni a contatto con l'amianto

LECCE - "La Provincia di Lecce saprà essere al fianco delle associazioni direttamente impegnate e delle altre realtà istituzionali già attive, affinché gli ex emigranti salentini affetti da patologie gravi a causa dell'attività lavorativa prestata presso l'azienda svizzera Eternit vedano riconosciuti e tutelati i propri diritti": è quanto sostiene Biagio Ciardo, capogruppo consiliare Pdl a Palazzo dei Celestini, intervenendo sul caso degli ex lavoratori del Capo di Leuca, che, dopo anni di lavoro nell'azienda citata, avrebbero scoperto gravi problemi di salute derivanti dal contatto con l'amianto.

"La battaglia legale - spiega Ciardo -, oltre che il sano impegno civile, posti in essere già da anni dai tanti ex emigranti del Capo di Leuca, supportati dall'instancabile opera dell'associazione 'Emigranti nel mondo' di Corsano di concerto con l'Unione dei comuni 'Terra di Leuca', mi hanno sempre visto attivamente impegnato e presente, così come sono sensibile oggi al rinnovato grido d'allarme lanciato alla luce della recente evoluzione delle vicende".

Il consigliere provinciale punta il dito contro l'inerzia della burocrazia svizzera e le "assurde discrepanze della normativa elvetica" che rischiano di mettere in dubbio il "sacrosanto diritto dei nostri ambasciatori di lavoro a vedersi riconoscere il risarcimento per i gravissimi e, purtroppo, spesso irreparabili, danni alla salute subiti a causa del lavoro svolto".

Affinché la salvaguardia della salute e la tutela dei lavoratori possano prevalere sulle lungaggini burocratiche "che - precisa - si allungano come atroci ombre sui destini degli ex lavoratori della Eternit del Salento e del Capo di Leuca in particolare", Ciardo ha presentato un ordine del giorno con il quale si impegna il presidente della provincia Gabellone ad interloquire con il Ministero degli Affari esteri e con il Ministero del lavoro perché siano poste in essere tutte le attività necessarie nei confronti delle competenti autorità svizzere "al fine di sbloccare questa assurda situazione di stallo".


L'ordine del giorno, inoltre, impegna la Provincia di Lecce a muoversi d'intesa e in raccordo con le associazioni e le istituzioni che si sono rese parte diligente in questa annosa vicenda: "Sono certo che - conclude Ciardo -, conoscendo la sensibilità e la grande attenzione riposta dal Presidente Gabellone ai problemi sociali del Salento, l'assise provinciale saprà esprimersi all'unisono ed ergersi a tutela dei diritti e delle prerogative dei nostri emigranti che continuano a vivere sulla loro pelle un passato di disagi e sacrifici che non può essere cancellato a colpi di inerzie e prescrizioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex lavoratori Eternit: questione approda in Provincia

LeccePrima è in caricamento