Politica

Pdci replica a Mazzotta: "Il suo rilancio del paese? Fantomatico"

Arriva la replica del partito dei comunisti italiani al bilancio tracciato dal sindaco di Carmiano, Giancarlo Mazzotta: forte critica all'operato dell'amministrazione dal consigliere Ianne

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

CARMIANO - Non è tutto oro quel che luccica, anzi. Daniele Ianne, consigliere comunale del partito dei comunisti italiani, a Carmiano, si discosta profondamente dal bilancio presentato nei giorni scorsi dal sindaco, Giancarlo Mazzotta, dopo i primi venti mesi dall'insediamento della sua amministrazione: "Da quanto riportato sulla stampa - afferma -, il sindaco si fregia di aver ottenuto milioni di euro in quasi due anni; ma su ciò mente, sapendo di mentire! Perché correttezza vuole che i progetti messi in atto dalle precedenti amministrazioni vengano quanto meno riconosciuti. Vogliamo, quindi, ricordare al sindaco, qualora non ne fosse a conoscenza, che le opere hanno bisogno di una progettazione come quella del recupero e valorizzazione del centro storico di Carmiano e Magliano per 342mila euro, presentata all'area Vasta nel 2007 e della quale, invece, prende i meriti l'attuale amministrazione".

"Non può essere merito del sindaco Mazzotta - prosegue Ianne - il finanziamento di 575mila euro per il centro sociale nei pressi della zona industriale (richiesta presentata insieme all'ambito di zona nel 2010, quando ancora non era stato eletto). E ancora, ricordiamo il progetto della rete fognante bianca che ha avuto inizio nel 2004 con la giunta Villani e finanziato nella gestione del Commissario prefettizio". Ianne precisa: "Che l'amministrazione Mazzotta incassi finanziamenti di progetti antecedenti al suo mandato è un conto, ma da lì a dire che il merito è solo ed esclusivamente di questa, ne passa".

In tema di bilanci, il consigliere comunale ricorda al sindaco che nei comuni dovrebbe esistere "l'ordinaria amministrazione, scomparsa dall'agenda della sua maggioranza": "A testimonianza di ciò - racconta - abbiamo presentato diverse interrogazioni sul degrado del nostro paese, dalla situazione dell'area mercatale con panchine rotte ed alberi tagliati ad opere iniziate (Via Giolitti) e lasciate incompiute con l'esposizione a rischio di discarica a cielo aperto; aggiungiamo situazioni imbarazzanti, dopo un anno dall'alluvione che ha colpito il nostro territorio, di pozzi in stato di non sicurezza, con chiusure vergognose (vedi Via Rione Aia). Ricordiamo, ancora, il centro per minori a rischio non finanziato per l'apertura, il frantoio semi-ipogeo completamente ricoperto da erbacce, come del resto tutto il territorio".

"In ultimo - spiega Ianne -, un'altra situazione non poco problematica riguarda il concorso per la categoria protetta di un part-time a tempo indeterminato, anch'egli fermo da un anno senza conoscerne le motivazioni. Di fronte a questo fantomatico 'rilancio del paese', continuiamo la nostra battaglia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pdci replica a Mazzotta: "Il suo rilancio del paese? Fantomatico"

LeccePrima è in caricamento