Fasano lascia le regionali, ma rilancia: “Mi ricandido a sindaco di Gallipoli”

Il capogruppo di Gallipoli Futura rinuncia alla corsa come consigliere regionale con “Senso Civico-Un Nuovo Ulivo per la Puglia” e annuncia la candidatura alla guida della città bella. “Appoggerò Emiliano, ma ho fatto una scelta d’amore”

GALLIPOLI - Si rimescolano le carte in vista delle candidature territoriali già annunciate nei mesi pre-Covid per il rinnovo del consiglio regionale e lo scossone arriva sempre da Gallipoli dove Flavio Fasano, dopo una lunga riflessione, rinuncia alla corsa per le regionali e rinnova la sua candidatura spendibile per la carica di sindaco. La riflessione è stata lunga e ponderata. Acuita dall’emergenza epidemiologica che ha sconquassato pianificazioni e tempistiche delle elezioni regionali slittate a fine settembre.

Per l’attuale consigliere comunale di Gallipoli Futura, che già il 21 febbraio scorso aveva annunciato la sua corsa al consiglio regionale a sostegno di Michele Emiliano e nella lista di “Senso Civico-Un nuovo Ulivo per la Puglia”, è arrivato il tempo di una nuova scelta: niente regionali, ma subito la riconferma della candidatura a sindaco della città di Gallipoli nella primavera dl 2021. Un impegno che l’attuale capogruppo di Gallipoli Futura avrebbe comunque onorato, come annunciato già a febbraio, anche in caso di affermazione alla tornata per il rinnovo del consiglio regionale. Ma ora dubbi e ambivalenze vengono del tutto dissipati. Non c’è tempo utile per gestire una doppia campagna elettorale per le regionali e per le prossime comunali. E Fasano ha scelto ancora una volta di puntare dritto alla carica di primo cittadino sfuggita per una manciata di voti nella contesa con Stefano Minerva nel 2016.

“Gallipoli val bene una messa, ovvero dopo lo slittamento del voto a fine settembre a malincuore rinuncio alla candidatura alle regionali” annuncia ufficialmente Fasano, “confermando l’impegno mio per il presidente Emiliano e per Senso Civico-Un nuovo Ulivo per la Puglia, ma ho deciso di candidarmi a sindaco della città”. In una nota ufficiale e con una video lettera appannaggio dei cittadini, Flavio Fasano ha spiegato le ragioni politiche e personali che lo hanno spinto a questa nuova scelta. Sgomberando anche il campo dai facili rumors cittadini che prefigurerebbero nella sua scelta una sorta di patto di non belligeranza con la compagine di Fitto e del centrodestra.

“Purtroppo la tragedia mondiale del Covid-19” spiega Fasano, “ha fatto slittare, dalla primavera all’autunno, la data delle elezioni, riducendo sensibilmente il lasso di tempo tra una tornata elettorale e l’altra, rendendo così anche umanamente impossibile un impegno personale diretto in entrambe le competizioni a distanza così ravvicinata. Ciò che però non potevamo far passare in secondo piano” prosegue Fasano, “è il grave stato di agonia istituzionale, sociale ed economica in cui versa Gallipoli, dal giugno 2016 ad oggi, ed abbiamo messo da parte la pur legittima aspirazione politica di proiettarci verso altre dimensioni amministrative confermando invece l’impegno per la città. Confermiamo quindi la totale disponibilità di Gallipoli Futura a costruire, anche questa volta, una forte alleanza civica, senza alcuna appartenenza partitica, con un programma vero, con giovani, donne, ed uomini in carne ed ossa, liberi da condizionamenti così come lo sono sempre stato io: solo così Gallipoli potrà rinascere e non continuare a retrocedere”.

Sarà dunque l’ex sindaco e assessore provinciale, e attuale consigliere comunale, a guidare la coalizione civica che si aggregherà intorno a Gallipoli Futura puntando diritto a disarcionare l’amministrazione della “risvolta” dell’attuale sindaco Stefano Minerva, anche lui in predicato di ricandidarsi per il secondo mandato con l’asse Pd, Giovani Democratici, centristi, ex Puglia in Più, Grande Gallipoli e altre compagini civiche già in fermento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Già il 21 febbraio, nel comunicare la mia accettazione di candidatura per le regionali, affianco a Michele Emiliano, scelto con il sistema delle primarie ed aderendo contestualmente ad un nuovo soggetto politico che si sta costruendo e che va ben oltre l’odierno momento elettorale, qual è “Senso Civico- Un nuovo Ulivo per la Puglia”, spiega ancora Fasano, “dopo aver premesso che Gallipoli Futura era la nostra formazione politica cittadina che è, e resterà, unica vera e forte forza di opposizione anche durante tutta la campagna elettorale per le regionali, non esitavo con nettezza a dire che restava chiaro fin da allora, infatti, che rilanciare Gallipoli, resta e resterà sempre il mio impegno politico primario in ogni sede e nelle prossime elezioni comunali. Gallipoli Futura, insieme a me, sarà candidata al governo della città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "La moneta da 1 euro non c'è più nel carrello". E lui chiama la polizia

  • Infezione da Covid-19: sono 56 i casi positivi nel Salento, 6 a Lecce

  • Nessuno stupro a Gallipoli: falso allarme, i due appartati prima del collasso

  • Cade dagli scogli in un punto impervio, ferito recuperato con l'elicottero

  • Covid, quattro casi e un decesso nel Leccese. Movida: controlli straordinari

  • Tragedia in ospedale: si lancia dal quarto piano, muore donna 73enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento