Sabato, 25 Settembre 2021
Politica Campi Salentina

"Festa democratica". Il Pd chiamato a raccolta a Campi

Fra sabato e domenica il Partito democratico proporrà a Campi Salentina un lungo evento composto da dibattiti politici in vista delle amministrative del 2009 e tanta musica per ogni tipo di target

Il 27 e 28 settembre si terrà a Campi Salentina la "Festa democratica" cittadina in piazza Libertà. Il Partito democratico di Campi ha voluto rendere l'appuntamento un'iniziativa dalla veste innovativa e giovanile. L'intenzione dichiarata è quella, infatti, di dare slancio al partito verso le amministrative 2009. Tre i momenti di incontro e dibattito, due il sabato e uno la domenica. Il primo (sabato ore 18,30) vedrà il confronto tra i componenti del gruppo consiliare del Pd al Comune di Campi Salentina e il candidato Sindaco per il Pd Roberto Palasciano. Il secondo (sempre di sabato, questa volta alle 20,30) insieme ai consiglieri regionali Dario Stefano e Giuseppe Taurino e al presidente del gruppo consiliare del Pd alla Regione Antonio Maniglio, verterà su federalismo fiscale e sviluppo locale e sarà un utile occasione per approfondire l'attività politica in Regione Puglia.

Il terzo momento di incontro (domenica alle 19) sarà sviluppato sulla forma di un'intervista moderata da Danilo Lupo, giornalista di TeleRama, che vedrà protagonisti il presidente della Provincia Giovanni Pellegrino, il vicepresidente della Regione Sandro Frisullo e il segretario Provinciale del Pd Salvatore Capone. I dibattiti saranno seguiti da concerti gratuiti. Sabato il target giovanile con Treble, Dani Sink e Boomdabash che proporranno uno spettacolo in cui si mescoleranno tutti gli stili che appartengono a questa variegata scena musicale: dal foundation al newroots, dal raggamuffin al bushment, dal r'n b' al soul.

Domenica, invece, concerto degli Adria, gruppo composto da musicisti che vantano collaborazioni con artisti e formazioni di rilievo del panorama musicale pugliese e italiano e che propongono una forma canzone legata all'immediatezza del repertorio tradizionale delle due sponde a sud del Mar Adriatico, ripensato con un approccio moderno; con Claudio Prima, organetto solista dell'orchestra della Notte della Taranta il livello musicale si innalza garantendo un Jazz d'alto livello ripensato con le sonorità delle musiche balcaniche.


In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Festa democratica". Il Pd chiamato a raccolta a Campi

LeccePrima è in caricamento