Martedì, 28 Settembre 2021
Politica

Filobus: dopo il sindaco in tv, Rotundo riapre il forum

Adriana Poli Bortone ha spiegato ieri in "Salento-visione" i motivi per cui il sistema sarebbe necessario per la città. Oggi, l'avversario dell'Unione richiama la cittadinanza al dibattito

Ping-pong, pali alla mano ed il filobus come pallina sul tavolo della campagna elettorale. Il sindaco in "Salento-visione" sulle reti locali spiega i motivi per cui Lecce ha bisogno di una metropolitana di superficie. Rotundo risponde con la sua "buona azione", riaprendo il forum presso il suo comitato. Appuntamento per il 6 marzo, alle 11.

"E' la città che ci ha chiesto un sistema di trasporti nuovo ed efficiente. Lecce sopporta una mole di traffico che si aggira intorno a 200mila auto al giorno", aveva detto Adriana Poli Bortone nella conferenza dell'1 marzo. Sostenendo che, sulla presunta inadeguatezza dei filobus, la risposta arriva direttamente dal "ministero dei Trasporti" che "individua nella legge "211" l'opportunità di finanziamenti pubblici per la realizzazione di sistemi a trazione elettrica".

E i piloni neri? "Quattrocento pali di pubblica illuminazione saranno eliminati grazie ai pali che sosterranno i cavi elettrici per l'alimentazione dei bus". Pali che, oltretutto, non deturperebbero le città d'arte perché "sono stati posizionati tra gli alberi e posso dire che quelli intorno le rotatorie, in via sperimentale, potrebbero essere eliminati". Altro nodo, le correnti vaganti prodotte dall'alimentazione elettrica, per la quale "c'è una commissione ad hoc che osserva il rispetto dei parametri delle emissioni nei pressi delle sottocabine di alimentazione nel rispetto della legge".

La replica del candidato dell'Unione è dunque nella riapertura del dibattito. Rotundo ritiene "opportuno ridare la parola alla città, dalle associazioni all'Università, dal mondo delle professioni fino ai singoli cittadini". Nella precedente sessione, come ricorda una nota del comitato del candidato, era stata proposta "una moratoria, ossia un'immediata sospensione dei lavori finalizzata all'istituzione di un tavolo tecnico a cui far partecipare le rappresentanze del mondo delle associazioni e le competenze tecniche e professionali della città, a partire dagli Ordini professionali e quelle dell'Università".

"In particolare - spiega la nota - si è chiesto nel giro di poco tempo, di fare una verifica più puntuale del progetto in questione e di approfondire i seguenti aspetti: l'impatto paesaggistico, estetico e urbanistico, la verifica dell'impatto ambientale, anche con riferimento ai campi elettromagnetici, il rapporto costi-benefici dell'opera, il raccordo tra l'impianto del filobus e i collegamenti extraurbani".


E siccome, conclude il comitato, "ancora oggi continuano a giungere ai nostri recapiti, sul sito internet e in e-mail, le segnalazioni e le osservazioni dei concittadini, si ritiene necessaria la convocazione del Forum cittadino".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Filobus: dopo il sindaco in tv, Rotundo riapre il forum

LeccePrima è in caricamento