Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Pass per la il centro storico: sei mesi per adeguarsi al nuovo regolamento

Il 10 marzo del 2014 approdava in commissione Traffico la bozza di cui oggi sono stati discussi gli ultimi articoli. Il regolamento entrerà in vigore col voto del consiglio comunale. I permessi concessi in base ad un'ordinanza del 1999 sono oltre 12mila

LECCE - C'è voluta un'eternità, ma finalmente sta per approdare in aula consiliare il regolamento sulla concessione dei pass per il transito e la sosta nelle zone a traffico limitato del centro storico. Oggi, in commissione Traffico, presieduta dalla vice presidente Giordana Guerrieri, si è proceduto alla lettura e all'approvazione degli ultimi articoli (in totale sono 33).

Si tratta adesso di concordare - al massimo in un paio di sedute - eventuali emendamenti, come quello sulla "norma transitoria", cioè sul periodo che i cittadini interessati avranno a disposizione per adeguarsi alle nuove previsione: nel testo è stato indicato un anno, ma lo stesso assessore, Luca Pasqualini, ha indicato in sei mesi un lasso di tempo ragionevole per ottemperare alla nuova procedura senza far collassare l'ufficio competente. 

La vicenda dei permessi per l'accesso è scoppiata in tutta la sua dimensione nel maggio del 2013 quando Maurizio Guido, all'epoca dirigente del settore Mobilità, si presentò in commissione Controllo con un prospetto relativa ai pass in corso di validità, concessi nel corso degli anni con atti conseguenti ad un'ordinanza del 1999: ne risultavano 12079, a fronte di una popolazione residente nel centro di poco meno di 8mila persone.

Per comprendere a quali fattori imputare la differenza fu sufficiente scorrere la tabella: 322 pass per gli operatori dell'informazione (quando dovevano essere solo due per testata registrata in Tribunale), 325 per assessori e consiglieri, compresi naturalmente gli ex, 542 per studi professionali, 746 per attività commerciali, circa 500 per i fornitori e 611 per strutture ricettive, con esclusione dei B&b che per i loro ospiti forniscono permessi temporanei. 

Davanti a tali assurdità, che stridono anche con la sempre più spiccata vocazione turistica della città oltre che con il buon senso, è iniziato un faticoso percorso di ridefinizione delle regole che ha portato al licenziamento di una prima bozza del regolamento nel febbraio del 2014 e poi alla consegna, con alcune integrazioni, alla commissione traffico il 10 marzo del 2014. Esattamente un anno addietro: l'obiettivo, allora, era di portarlo all'esame del consiglio nel giro di un mese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pass per la il centro storico: sei mesi per adeguarsi al nuovo regolamento

LeccePrima è in caricamento