Fratelli d'Italia forza la convergenza della Lega su Fitto: annunciata la candidatura

Dopo settimane di stallo e frizioni latenti con il partito di Matteo Salvini, Giorgia Meloni fa il passo ufficiale rivendicando il pieno rispetto degli accordi presi sulla ripartizione a livello nazionale

L'evento di FdI a Bari. Di spalle Giorgia Meloni e Raffaele Fitto.

LECCE - Fratelli d'Italia accelera e con uno strappo cerca di uscire dallo stallo che si è creato con la Lega attorno alla scelta dei candidati presidenti di alcune delle regioni interessate dalla prossima tornata elettorale: il nome ufficialmente individuato per la Puglia è quello, come già annunciato, dell'eurodeputato Raffaele Fitto. Contestualmente il partito di Giorgia Meloni punta sul deputato Francesco Acquaroli per le Marche.

Sono le due regioni sulle quali ancora non è stata trovata la quadratura in un centrodestra in cui le mire della Lega tendono a essere giudicate eccessive dagli alleati. FdI però tiene il punto, rivendica il rispetto degli accordi presi sulla ripartizione delle candidature e ribadisce la massima affidabilità del proprio contributo alla causa del centrodestra.

Lo stato maggiore di FdI lancia un segnale forte, dal quale non può più tornare indietro. In un comunicato, infatti, si conferma il pieno sostegno, "nel rispetto degli accordi assunti con gli alleati di centrodestra, alla candidatura della senatrice della Lega, Lucia Bergonzoni a presidente della Regione Emilia-Romagna e alla candidatura della deputata di Forza Italia Jole Santelli alla presidenza della Regione Calabria".

La nota, arrivata direttamente da Roma, serve a neutralizzare subito il contenuto di alcune dichiarazioni rese alla stampa da Rossano Sasso, parlamentere pugliese della Lega, per il quale la scelta del candidato da oppore al centrosinistra e al M5S sarebbe tutt'altro che definita, tanto da richiedere un altro incontro tra i leader dei tre partiti. Già nei giorni scorsi s'era avvertita una qualche tensione, al di là del linguaggio politicamente corretto: domenica a Bari Matteo Salvini aveva frenato sulla spendibilità della figura di Fitto, il giorno dopo Giorgia Meloni, sempre dal capoluogo regionale, aveva fatto buon viso a cattivo gioco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La trattativa però rischia di diventare logorante agli occhi dell'elettorato e così FdI forza la convergenza, uscendo definitivamente allo scoperto e garantendo la massima affidabilità: "Come sempre - recita la nota - Fratelli d'Italia sarà coerente e leale rispetto agli impegni presi con gli alleati del centrodestra, e siamo certi che anche loro sapranno fare altrettanto. Lavoreremo insieme, con convinzione ed entusiasmo, per vincere in tutte le Regioni e garantire ai cittadini dei governi alternativi alla sinistra".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripresa del virus in provincia di Lecce: 33 i positivi, tra questi bimbo di 4 mesi

  • Schianto frontale in moto contro un'auto: muore 54enne, grave una donna

  • Trascina la figlia per l'orecchio, i clienti del bar si ribellano e finisce a botte

  • Coronavirus in Puglia: nove positivi, cinque nel Salento fra cui anziano di una Rsa

  • Sospetta violenza sessuale: 20enne con forti dolori denuncia stupro

  • Covid-19, venti nuovi positivi in Puglia. Quattro in provincia di Lecce

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento