Politica

Frigole e Torre Chianca: "Presto manutenzione delle foci dei canali"

Sopralluogo dell'assessore Guido con i dirigenti del Consorzio Ugento Li Foggi nelle due marine leccesi. I lavori dovrebbero essere imminenti

LECCE – Il Comune di Lecce assicura. Presto partiranno i lavori di manutenzione dei canali di bonifica sulle marine leccesi. Si inizierà da Frigole, per proseguire con Torre Chianca. L’assessore alle Politiche ambientali, Andrea Guido, ha accompagnato oggi commissario e direttore tecnico del Consorzio di bonifica Ugento Li Foggi – rispettivamente Gabriele Papa Pagliardini e Gregorio Raho - , presso la foce del canale Giammatteo di Frigole e, in seguito, presso quella del canale Fetida di Torre Chianca.

Il sopralluogo tecnico riguarderà gli interventi di dragaggio e disostruzione, visto che il rischio di ristagnamento delle acque rischia di portare gravi conseguenze anche di carattere idrogeologico. I depositi fangosi lasciati dalle acque canalizzate modificano il regime di movimento e danno vita ad un’infestazione di erbe spontanee. La conseguenza è che proliferano anche insetti dannosi come le zanzare.

Il commissario Papa Pagliardini ha assicurato che l’intervento sulla foce del Giammatteo potrebbe cominciare già nelle prossime ore. L’idea è di usare la rimossa attraverso un apposito progetto, per una ricostruzione di dune nelle vicinanze. Il commissario ha anche comunicato che entro l’inizio dell’estate realizzerà altri interventi di manutenzione straordinaria lungo i canali che attraversano i centri abitati. Il Consorzio, infine, a detta del suo nuovo commissario, intende programmare e concordare da subito con il Comune tutti gli altri interventi di manutenzione sui canali di bonifica.

“Era dal mio insediamento che attendevo la disostruzione definitiva delle foci dei canali di bonifica - dichiara Guido - e ora, con l’arrivo del dottor Pagliardini, finalmente è stata attivata quella collaborazione interistituzionale necessaria a perseguire gli interessi del territorio. Ho proferito parole dure in passato nei confronti del Consorzio di Bonifica Ugento Li Foggi, questo soprattutto perché non trovavo riscontro da parte dell’ente regionale alle mie numerose richieste d’intervento. Non cambia la mia opinione nei riguardi di questi enti, ma apprezzo oggi la disponibilità, l’efficienza e la professionalità del nuovo commissario”.

Sul caso di Frigole esiste, per un problema di ostruzione, anche la vicenda parallela dei pescatori, per la quale, in particolare, s’è mosso più volte negli ultimi mesi il consigliere comunale del Pd, Antonio Rotundo, che anche nei giorni scorsi ha criticato la giunta per aver risarcito solo i pescatori della darsena di  San Cataldo con circa 4mila euro a testa a titolo di ristoro per i danni subiti nel loro esercizio (le alghe hanno affossato il porticciolo, come risaputo), senza fare lo stesso per quelli di Frigole. “Logica e buonsenso avrebbero richiesto lo stesso trattamento”, aveva detto, parlando di “un’assoluta ingiustizia perché  vista come particolarmente  penalizzante ed iniqua, visto che in presenza  di una situazione identica  a quella di  San Cataldo”.  

Rotundo aveve dunque parlato di fatti “incontestabili”:  “I pescatori di Frigole  a causa della presenza delle alghe hanno ridotto di molto  la loro attività  ed hanno avuto danneggiamenti  alle imbarcazioni; tutto questo risulta anche dai verbali  della commissione  consiliare dove, alla presenza dell'assessore ai Lavori pubblici, Gaetano Messuti,  è stata allegata anche documentazione  fotografica delle condizioni d’inagibilita della darsena depositata dalla cooperativa dei pescatori già nello scorso mese di aprile”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frigole e Torre Chianca: "Presto manutenzione delle foci dei canali"

LeccePrima è in caricamento