rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
La nuova polemica

Seggio a Frigole, centrodestra all’attacco: “Residenti costretti a fare km per votare”

Istituzioni a lavoro per trovare luoghi alternativi alla sede storica, ma per gli esponenti della coalizione di Adriana Poli Bortone ci sarebbe una volontà politica di penalizzare gli abitanti delle marine costringendoli a recarsi nel capoluogo

FRIGOLE (Lecce) – In campagna elettorale le polemiche, spesso anche alcune molto forzate, sono una parte consistente della discussione politica. E, da questo punto di vista, Lecce non fa eccezione. Anzi.

L’ultimo tema di dibattito, lanciato dal centrodestra a sostegno della candidata sindaca Adriana Poli Bortone, arriva da Frigole e riguarda il coinvolgimento delle marine nell’esercizio di voto: stando agli esponenti della coalizione, infatti, ci sarebbe, una volontà precisa di “non far votare le persone di Frigole nel loro territorio e costringerle a spostarsi a Lecce per poter esercitare il proprio diritto”. 

Un grido unanime, giunto questa mattina, con la candidata che ha fatto suo l’impegno avanzato dal Movimento Regione Salento sulla difesa del diritto di voto degli elettori delle marine: la sede storica, infatti, non potrà essere utilizzata per la prossima tornata dell’8 e 9 giugno e si sta provvedendo a individuare dei luoghi alternativi per l’esercizio delle operazioni elettorali.

Tuttavia, nella lettura del centrodestra, ci sarebbero responsabilità da addebitare all’amministrazione comunale perché “allo stato non c'è alcuna giustificazione al fatto che i residenti del litorale non debbano esprimere il loro diritto, come hanno fatto sempre, in un seggio a Frigole, e invece debbano recarsi nel capoluogo, con sacrifici, soprattutto per le persone anziane”.

“Tra l'altro – precisano dal centrodestra -, questo fatto di aver stabilito il seggio a tanti chilometri di distanza crea una grave disparità rispetto a tutti gli altri elettori leccesi che invece, hanno la possibilità di andare a votare a pochi passi da casa”.

Il centrodestra tira in ballo la Prefettura sottolineando che non possa "essere disattesa" sostenendo che ci sia, con una certa ed evidente forzatura argomentativa, una "volontà di un sindaco che, è chiaro, non intende consentire agli abitanti delle marine di avere una loro sede”. Ma, come si diceva in premessa, le polemiche politiche soprattutto in campagna elettorale prevedono anche forzature argomentative, che però vanno sottolienate. Intanto, dalla coalizione si rendono disponibili a mettere pullman a disposizione di tutti per garantire l’esercizio della democrazia.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Seggio a Frigole, centrodestra all’attacco: “Residenti costretti a fare km per votare”

LeccePrima è in caricamento