menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Rendering della postazione presso gli Agostiniani.

Rendering della postazione presso gli Agostiniani.

Fruizione virtuale del patrimonio artistico della città: finanziate due postazioni

L'allestimento è previsto presso il Must e nel complesso degli Agostiniani. Anche con la tecnologia si migliora l'accessibilità dei diversamente abili

LECCE – Due postazioni per la fruizione virtuale di una parte del patrimonio artistico di Lecce saranno installate presso il Museo storico della città di Lecce, in via degli Ammirati, e il complesso degli Agostiniani, in viale De Pietro.

La proposta di intervento è stata infatti finanziata nell’ambito del progetto “Cross the gap – Accessibility for social and cultural inclusion” afferente al programma Interreg Grecia-Italia che ha già consentito di migliorare l’accessibilità di edifici pubblici, come il Teatro Paisillo e l’ex conservatorio Sant’Anna, e di beni monumentali, come il Sedile e la chiesa di Santa Irene.

A tutti i visitatori, con via preferenziale per le persone con disabilità, sarà garantita la visita virtuale della facciata della basilica di Santa Croce graze all’utilizzo di un apposito visore che consente lo spostamento anche in altezza e l’esplorazione di tutti i dettagli artistici e architettonici a distanza ravvicinata.

Chiese e piazze saranno a portata di visitatore con la ripresa stereoscopica degli ambienti e immagini live degli spazi più interessanti, in cui il visitatore potrà spostarsi con un puntatore laser e attingere notizie. Con questa modalità si potranno esplorare gli ambienti di Santa Croce, delle Chiese di San Marco, San Matteo, Sant’Irene, del Rosario e nella Cattedrale di Lecce (interni e cripta), della Chiesa dei Santi Niccolò e Cataldo, di Santa Maria della Provvidenza in piazzetta Baglivi, di Santa Maria di Costantinopoli in piazzetta Addolorata, di Santa Maria della Grazia, in Piazza Duomo e perfino sul Campanile della stessa piazza, con una visione dall’alto.

“Questo progetto garantirà una più larga fruizione di questa parte importante del patrimonio storico monumentale della città, relativa alla Lecce sacra – ha dichiarato l’assessore alla Cultura, Fabiana Cicirillo –. Le due postazioni, che saranno collocate in luoghi ad alta attrattività di visitatori, contemperano le potenzialità garantite dalle più avanzate tecnologie disponibili in tema di fruizione dei beni culturali, con il massimo grado di accessibilità agli utenti con disabilità, superando, laddove ancora persistono, le barriere fisiche di accesso ai monumenti. Ringrazio l’ufficio per l’eccellente lavoro svolto, Lecce si prepara alla ripartenza delle attività culturali con grande entusiasmo, nuove iniziative e nuovi strumenti per rendere il suo patrimonio storico sempre più patrimonio di tutti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento