Politica

Nuova discarica, Gabellone sollecita Vendola: "Fare presto, Ato 3 a rischio paralisi"

E' sempre in attesa di completamento l'impianto di servizio che sorge in località Masseria Scomunica. Il presidente della Provincia rilancia l'allarme: "Possibile nuova emergenza nonostante gli sforzi"

La discarica di Burgesi (Foto LeccePrima, tutti i diritti riservati)

LECCE - Rimuovere gli ostacoli che impediscono il completamento dei lavori della discarica di servizio in località Masseria Scomunica, a Corigliano d'Otranto. Torna a chiederlo il presidente della Provincia  di Lecce, Antonio Gabellone, che si è rivolto in via ufficiale al governatore della Puglia, Nichi Vendola. Il nuovo impianto è previsto nel Piano regionale dei rifiuti e rientra nella programmazione predisposta per contenere il rischio che la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti possano trasformarsi in una vera e propria emergenza. 

A distanza di una settimana dall'ultimo incontro, e ad un anno dalla Conferenza dei servizi presso l'assessorato regionale all'Ecologia, Gabellone sollecita dunque Vendola ad attivarsi: "Il rapido completamento dei lavori per la realizzazione della discarica d’ambito è quanto mai necessario per ridurre sia i costi legati al trasporto dei rifiuti biostabilizzati a Poggiardo e oggi smaltiti nell’impianto dell’Ambito Le/3 sito ad Ugento in località Burgesi, sia i disagi patiti dai Comuni vicini allo stesso sito causati dal continuo passaggio dei mezzi pesanti". 

Il presidente della Provincia teme che, se lo stallo dovesse proseguire, si potrebbe verificare una situazione difficilmente controllabile: il pericolo paventato è infatti "il più rapido esaurimento della discarica del bacino Le/3, il più piccolo dei tre ambiti in cui è suddivisa questa Provincia, con il fondato rischio di una nuova emergenza da qui a poco tempo nonostante gli sforzi profusi per assicurare sostanziali incrementi della raccolta differenziata".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova discarica, Gabellone sollecita Vendola: "Fare presto, Ato 3 a rischio paralisi"

LeccePrima è in caricamento