Politica

Gabellone, Perrone e Consales, convergenze in vista della Provincia Salento

Incontro tra il presidente di Palazzo dei Celestini e i sindaci di Lecce e Brindisi, in cerca di sinergie che uniscano i territori, in vista del riordino delle province e dell'assetto del nuovo ente che si sta ipotizzando

LECCE – Convergenze e sintonia sulla “Provincia Salento”. È questo, in sostanza, l’esito dell’incontro svoltosi stamattina, a Lecce, tra il presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone, ed i sindaci di Lecce, Paolo Perrone, e di Brindisi, Mimmo Consales, sulla questione del riordino delle province.

L’obiettivo dichiarato era quello di individuare ogni possibile sinergia tra i due territori in vista della seduta del consiglio comunale di Brindisi programmata per il prossimo 20 novembre. Si è registrata convergenza su alcune importanti pre-condizioni dell’assetto definitivo della nuova provincia. In particolare, Gabellone, Perrone e Consales hanno condiviso l’esigenza della denominazione del nuovo ente in “Provincia Salento”, in quanto espressione unitaria di un territorio che ha grande valenza storico-culturale ed un ruolo-leader in campo turistico-ricettivo.

Si è convenuto, inoltre, sulla necessità di assicurare piena funzionalità dei servizi pubblici statali e parastatali sia a Brindisi che a Lecce, a prescindere dalla localizzazione della sede provinciale, grazie a scelte condivise a livello locale e ad un impegno che le forze politiche dovranno sostenere anche in sede parlamentare e di governo.

È stato unanime il rispetto per le vocazioni territoriali con le naturali ricadute in termini organizzativi. Per Brindisi, ad esempio, maggiormente denotata dal punto di vista industriale, è stato ipotizzato un ruolo-guida anche in termini di strutture di governo sul territorio, così come per il complesso sistema trasportistico pubblico e per quello collegato ai porti ed all’aeroporto. Inoltre, è incontestabile, attraverso il Comune di Brindisi, un ruolo di fondamentale importanza nel settore della ricerca grazie alla valorizzazione della cittadella della ricerca.

Il presidente della Provincia di Lecce ed i due sindaci, infine, hanno manifestato l’esigenza di profondere il massimo impegno perché Brindisi continui a poter disporre di una adeguata offerta universitaria, della continuità della fondazione teatrale, dei servizi avanzati dei sistemi bibliotecario e museale. All’indomani del pronunciamento del consiglio comunale di Brindisi, ove conforme, sarà insediato un tavolo tecnico tra i tre enti per la definizione puntuale delle idee-guida organizzative su cui c’è già condivisione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gabellone, Perrone e Consales, convergenze in vista della Provincia Salento

LeccePrima è in caricamento