Politica

Festival di Sanremo, battuta infelice di Siani. E Poli Bortone scrive alla Rai

L’ex sindaco di Lecce, componente dell’Ufficio di Presidenza di Fratelli d’Italia, stigmatizza la gaffe con la quale il comico ha irriso un bambino in sovrappeso. L’ex sindaco di Lecce non ha gradito e si è rivolta all’organismo di controllo

@TM News/Infophoto

LECCE – Con Emma Marrone in veste di co-presentatrice è partito il "tormentone" del Festival della canzone italiana di Sanremo: immancabile il solito strascico di polemiche che di anno in anno diventa sempre più ricco di spunti grazie anche alla vivacità dei social network dove abbondano. Il primo a finire sul bando degli imputati è Alessandro Siani che, rivolgendosi ad un ragazzino in evidente sovrappeso ha chiesto se ce la facesse a entrare nella poltroncina, in prima fila.

Adriana Poli Bortone – componente dell’Ufficio di presidenza di Fratelli d’Italia - ha scritto alla Commissione di vigilanza sulla Rai, sull’onda di un’indignazione che ha attraversato una parte dei telespettatori e del popolo della rete: “Ci sono tanti modi per far ridere, questo mi è sembrato del tutto inopportuno. Per questo ci aspettiamo le scuse ufficiali di Siani, di Rai Uno e degli organizzatori del Festival”.

Sul banco degli imputati dell’edizione 2015 il primo ad accomodarsi è dunque il comico napoletano che peraltro è stato protagonista di un commovente omaggio al cantautore Pino Daniele, recentemente scomparso, e che devolverà il suo lauto cachet agli ospedali pediatrici Santobono di Napoli e Gaslini di Genova.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festival di Sanremo, battuta infelice di Siani. E Poli Bortone scrive alla Rai

LeccePrima è in caricamento