Politica

Poli Bortone pensa alla Lupiae: “Il Comune occupi l’ex Galateo”

La senatrice esorta l'amministrazione a prendere possesso, temporaneamente, della struttura per interventi di housing sociale. L'ipotesi è di affidare i lavori a tecnici di Palazzo Carafa e maestranze della società partecipata

L'ex ospedale Antonio Galateo.

LECCE – La senatrice Adriana Poli Bortone esorta il Comune di Lecce ad occupare temporaneamente gli spazi dell’ex ospedale Galateo, oggi abbandonati alle colonie feline, per realizzare un intervento di housing sociale trasformando la struttura in una serie di mini appartamenti per individui e famiglie che hanno bisogno di un tetto.

L’ex sindaco di Lecce ritiene che con la progettazione dei lavori affidata ai tecnici comunali e l’impiego delle maestranze della Lupiae Servizi - che di nuovi servizi ha disperato bisogno per tirare avanti -, si possa ottenere il recupero di un complesso edilizio dalla storia recente piuttosto singolare. Appartenente in un primo momento al patrimonio dell’Asl, venne assorbito da quello regionale. Sia la Provincia di Lecce che il Comune hanno provato a più riprese una trattativa con la Regione che consentisse la sistemazione di un contenitore, circondato da un ampio parco, per il quale erano stati immaginate diverse nuove funzioni.

Anche Adriana Poli Bortone, quando era primo cittadino, ci aveva pensato ma l’azienda sanitaria le rispose che di lì a poco sarebbero stati fatti interventi nel settore socio-sanitario. Ora la storica esponente della destra salentina ha scritto al sindaco Paolo Perrone per spingere l’amministrazione a muoversi concretamente. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poli Bortone pensa alla Lupiae: “Il Comune occupi l’ex Galateo”

LeccePrima è in caricamento