Gallipoli più sicura: inaugurata la seconda guardia medica estiva

Il secondo presidio sanitario è collocato nella città vecchia; sarà operativo 24 ore al giorno e avrà in turnazione sette medici per l'attività ambulatoriale

GALLIPOLI - Gallipoli è già stata presa d'assalto da turisti e visitatori ma il picco massimo della concentrazione turistica è atteso, come al solito, nei giorni a ridosso di Ferragosto. Intanto l'azienda sanitaria locale ha predisposto un rinforzo per l'assistenza medica ai cittadini, attivando il secondo presidio sanitario estivo nel centro storico della città bella, in via Sant'Angelo.

L'inaugurazione del secondo presidio della Asl è avvenuta ieri pomeriggio, alla presenza del sindaco Stefano Minerva, del direttore generale di via Miglietta, Silvana Melli, del direttore medico dell’ospedale di Gallipoli, Egidio dell’Angelo Custode e del direttore del distretto socio sanitario, Roberto Vergaro.

Con il secondo punto gallipoli arrivano  a quota 22 le guardie mediche estive che sono state strategicamente distribuite nei 220 chilometri di costa; il fine è quello di garantire l'assistenza di base nelle zone più calde, e a rischio, del Salento. 

Nella città bella il primo presidio è già attivo e situato sul lungomare Marconi, proprio all'ingresso dell'ospedale vecchio. In più sul lungomare Galilei è in servizio, per 24 ore al giorno, un'ambulanza. 

L'azione delle guardie turistiche ha poi un secondo fine, cioè quello di smatire gli accessi in ospedale per problemi di minore entità (codici bianchi e verdi), alleviando il carico di pazienti che grava sui Pronto soccorso. Non di rado, infatti, gli accessi impropri sono tali da rischiare di mandare in tilt il servizio, sottraendo tempo ed energie preziose alle urgenze.  

Questo presidio aggiuntivo, in particolare, sarà operativo 24 ore al giorno e avrà in turnazione sette medici che effettueranno attività ambulatoriale.

"Avere un ulteriore presidio sanitario – ha commentato il sindaco Minerva – risponde alla necessità dettata dal fatto che Gallipoli, più di ogni altra località turistica del Salento, ha un afflusso turistico imponente, con una popolazione che d’estate passa da 21mila abitanti a oltre 200mila. L’amministrazione comunale ha messo a disposizione i locali idonei e l’Asl ha prontamente fornito la strumentazione sanitaria e il necessario personale".

"L'Asl di Lecce – ha aggiunto il direttore generale Silvana Melli – grazie a questa collaborazione operativa con l’ente locale riesce ad assicurare a residenti e turisti un’assistenza sanitaria per le necessità di minore gravità, mentre per le emergenze vere e proprie si può fare ricorso al servizio 118 e al Pronto soccorso dell’ospedale. Un’offerta sanitaria completa, dunque, e in grado di garantire un’estate più sicura a tutti: in caso di bisogno, trovare un medico sarà molto più semplice".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento