Domenica, 13 Giugno 2021
Politica

Emiliano incontra Tap: spiragli per un approdo del gasdotto diverso da San Foca

Su iniziative di Ance Puglia il presidente della Regione Puglia ha avuto un confronto con i dirigenti del consorzio ai quali ha chiesto nuovamente di individuare una soluzione alternativa, per ragioni ambientali ma anche di economicità. Per Tap resta inderogabile il rispetto dei tempi previsti

LECCE - Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha ribadito a Tap la richiesta di spostare il punto di approdo del gasdotto rispetto al sito individuato sul litorale di San Foca. Per ragioni ambientali ma anche di economicità. E il consorzio parrebbe disposto, almeno a leggere tra le righe, al dialogo.

"L'incontro ha avuto luogo in un'atmosfera molto positiva. Tap continuerà a lavorare con la Regione per realizzare il progetto nei tempi concordati" recita infatti la breve dichiarazione dell'ufficio stampa. Come a dire che, fermo restando il cronoprogramma, ci possono essere ancora margini per ragionare su una localizzazione distinta da quella già individuata.

Certo, non è una condizione da poco, considerando che l'autorizzazione unica concessa dal ministero dello Sviluppo Economico prescrive l'avvio del cantiere entro la metà del prossimo mese di maggio. Un'interpretazione più maliziosa induce a pensare che, a questo punto, Tap potrebbe lasciare che sia Emiliano a scontrarsi con l'impossibilità di correggere la rotta.

Il governatore ha incontrato nel tardo pomeriggio di oggi, su iniziativa dell'associazione pugliese dei costruttori edili (Ance), i vertici italiani ed europei del consorzio. Come ampiamente noto, il fronte che si oppone all'opera vada in prima fila l'amministrazione comunale di Melendungo, guidata da Marco Potì. 

La Regione Puglia, che per ben due volte ha dato parere negativo alla procedura di valutazione ambientale, ha dovuto soccombere davanti al via libera governativo ma ha promesso battaglia dal punto di vista del contenzioso, anche dinanzi alla Corte Costituzionale. Per Emiliano, evidentemente, esiste tuttavia una strada diversa, che dovrebbe portare più a nord, nella zona di Lendinuso, nel Brindisino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emiliano incontra Tap: spiragli per un approdo del gasdotto diverso da San Foca

LeccePrima è in caricamento