menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momunento a Missolungi, nella regione dell'Etolia.

Un momunento a Missolungi, nella regione dell'Etolia.

La Grecìa Salentina sempre più vicina a Missolungi: firmato il protocollo d’intesa

Il gemellaggio tra l’area salentina ad influenza ellenica e la regione Etolia Acarnania sta per diventare realtà: il sindaco della cittadina in visita nel Tacco

MARTANO – La Grecia è sempre più vicina. Prosegue la marcia di avvicinamento al gemellaggio tra la Grecìa Salentina e la Sacra Città di Missolungi, capitale della regione greca Etolia Acarnania. Dopo la visita esplorativa dal vice presidente dell’Unione, Fabio Tarantino, a Missolungi lo scorso 20 settembre, è ora il sindaco della Città Martire della Guerra di Indipendenza contro gli Ottomani, Nikos Karapanos, a visitare la Grecìa Salentina con una fitta agenda di incontri istituzionali, culturali ed economico-commerciali.

L’ipotesi di gemellaggio tra la Grecìa Salentina e la Capitale dell’Etolia Acarnania è stata, infatti, impostata fin dal primo approccio su due precise direttrici: valorizzazione delle comuni radici linguistico-culturali e potenziamento dell’interscambio economico-commerciale. In questa sua visita di tre giorni nella Grecìa Salentina, , Karapanos sarà accompagnato da musicisti e cantanti della sua regione che si esibiranno nei comuni griki con un repertorio di canti tradizionali della loro regione e della Grecìa Salentina e sarà impegnato in diverse visite ai monumenti più significativi dell’area ellenofona salentina ed ai laboratori delle eccellenze manufatturiere dell’area.

Il programma degli incontri istituzionali è cominciato nella serata di Santo Stefano, con l’incontro ufficiale con i sindaci ed i consiglieri dell’Unione presso la sede istituzionale di Calimera. La riunione si è conclusa con l’approvazione di un protocollo d’intesa, firmato dal presidente dell’Unione, Ivan Stomeo, e dal sindaco di Missolungi, in cui sono fissate le tappe e le finalità di una ipotesi di accordo che intende favorire lo sviluppo delle relazioni culturali, umane ed economiche tra due popolazioni,  quella della Grecìa Salentina e quella dell’Etolia Acarnania, che fondano su una forte comunanza ideale e culturale le ragioni di un percorso comune. A tutti gli incontri istituzionali parteciperanno i rappresentanti delle associazioni promotrici dell’iniziativa: Lef Dukakis, per gli “Amici della cultura” di Missolungi, e Fernando Pensa e Antonio Chirivì, per l’associazione “Nuova Koinè” di Castrignano dei Greci.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento