Mercoledì, 16 Giugno 2021
Politica

Gestione dei rifiuti, il sindaco Romano al contrattacco

Dopo il sequestro in un'area in zona Pip di mezzi per la raccolta dei rifiuti e di materiale depositato per terra, il primo cittadino replica alla minoranza: "Nella vicenda il Comune è stato corretto"

discarica-6

ALEZIO - Il sindaco di Alezio, Vincenzo Romano, intende ribadire la linearità del comportamento del Comune nella vicenda relativa al sequestro di un'area dove si trovavano mezzi per la raccolta dei rifiuti stoccati e materiale negli appositi contenitori (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=28285). Dopo l'attacco da parte della minoranza consiliare (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=28367) il primo cittadino interviene in prima persona, partendo da una precisazione: "In data 10 giugno 2011, e non il 15 giugno come falsamente dichiarato dall'inattendibile consigliere Caroppo, il sindaco ha risposto all'interrogazione dei consiglieri, in modo esauriente su quanto accaduto".

Segue una difesa esplicita dell'attività dell'assessore all'Ambiente, Salvatore Lagetto "che riceve invece il sostegno e l'apprezzamento unanime dalla cittadinanza per il suo riconosciuto impegno quotidiano e per gli evidenti risultati ottenuti nel settore dell'ambiente". Infine, il "contropiede" dell'attuale sindaco nei confronti del suo oppositore, già predecessore: "E' utile ricordare che, anche nel settore della gestione del servizio di nettezza urbana, il consigliere Caroppo da sindaco, aveva creato tanti di quei danni che ancora oggi tutti ricordano l'estate del 2006 e la processione della Madonna dell'Assunta del 15 agosto con i rifiuti debordanti dai cassonetti e odori nauseabondi.

L'inefficienza nella gestione delle politiche ambientali sarebbe stata così palese, ricorda Romano, che gli allora consiglieri di maggioranza rivolsero proprio a Lagetto l'invito a ricoprire il ruolo vacante nella Giunta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gestione dei rifiuti, il sindaco Romano al contrattacco

LeccePrima è in caricamento