Gestione dello stadio all'Us Lecce: approvata la delibera, strada in discesa

La giunta comunale ha approvato il provvedimento che recepisce la proposta avanzata dal club. La concessione deve passare dalla pubblicazione di un bando di evidenza pubblica

Saverio Sticchi Damiani,

LECCE – Strada in discesa per l’affidamento della gestione dello stadio comunale “Ettore Giardiniero” – per tutti il Via del Mare – all’Us Lecce. La giunta di Palazzo Carafa ha approvato la delibera di indirizzo che contiene la proposta avanzata dal club giallorosso. Al momento i rapporti tra l’amministrazione e la società sono regolati da una convenzione in scadenza tra un anno.

Il sodalizio di via Costadura ha predisposto una proposta, a cura del direttore generale, Giuseppe Mercadante e degli avvocati Nico Zinnari (responsabile dell’area legale) e Antonio Caiffa, corredata da un piano economico e finanziario. In essa si prevede, oltre all’utilizzo esclusivo dell’impianto per dieci anni, la possibilità di organizzare manifestazioni e concerti, la gestione delle attività di somministrazione di cibo e bevande, l’uso dello stadio per attività di natura commerciale, la gestione dei servizi pubblicitari, la commercializzazione dei diritti di denominazione dello stadio. Il club, di contro, si farebbe carico del pagamento di un canone annuo, dell’intestazione di tutte le utenze e dei costi della manutenzione straordinaria.

Adottata la delibera, il prossimo step sarà la valutazione della proposta da parte di un gruppo intersettoriale del Comune per procedere poi alla pubblicazione di un bando di gara a evidenza pubblica, nel rispetto della normativa vigente. Trattandosi di un bene del patrimonio pubblico, spetta al consiglio comunale approvare la proposta. Infine, ci sarà la firma del contratto di gestione.

“Come è noto – ha spiegato il sindaco, Carlo Salvemini -, il Comune non è nelle condizioni finanziarie per assicurare la manutenzione straordinaria dello stadio, che ha già avuto e avrebbe ancora bisogno di lavori di adeguamento agli standard della Figc e dell’Uefa. Inoltre, guardando alla crescita di tante società sportive di territori di provincia, come il nostro, vediamo come la modernizzazione dello stadio e dei suoi utilizzi sia stata una chiave strategica. A Lecce vogliamo mettere la società nelle condizioni di intraprendere un percorso simile e al contempo liberare il Comune da oneri che non è in condizione di assolvere”.

Fiducioso si è detto il presidente dell’Us Lecce, Saverio Sticchi Damiani, raggiunto telefonicamente: “Il Comune, in maniera onesta, ha detto già da tempo di non poter far fronte ai costi di gestione. Con questa proposta siamo pronti ad assumerci la responsabilità di un investimento che si potrà recuperare attraverso la gestione. Avremo un vantaggio in ottica di bilancio perché potremo realizzare l’ammortamento dei costi già sostenuti per lo stadio, circa 5 milioni, su un periodo più lungo e, inoltre, potremo perfezionare la pratica con la Regione Puglia che presuppone la disponibilità giuridica del bene oggetto di finanziamento”. Non solo: ottenuta la concessione in uso e la gestione dello stadio si potrà finalmente formalizzare, ha aggiunto il presidente, l’accordo con Vivaticket e procedere all’organizzazione di eventi all’interno dell’impianto.

L’orientamento dell’amministrazione è, ovviamente, quello di chiudere senza intoppi questa partita che poco meno di un anno addietro aveva vissuto un passaggio a vuoto con la pubblicazione di un bando, predisposto durante la gestione del commissario prefettizio precedente alle elezioni, per la concessione del diritto di superficie, poi andato a vuoto.

“Si tratta di una proposta da studiare – ha commentato l’assessora all’Urbanistica, Rita Miglietta con un post - che ha molti punti di interesse per la strategia che utilizza per migliorare le prestazioni dello stadio:come luogo per lo sport e centro di riferimento per il quartiere, (con il quale cerca una relazione di prossimità), e per la città; lavora su piccole mosse partendo dalla storia dello stadio, senza previsioni grandiose ma dentro strategie intelligenti di usi contemporanei al passo con i tempi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “L’eredità”, Massimo Cannoletta tra bottino intascato e critiche sul web

  • Percepiva il reddito di cittadinanza, ma nascondeva in casa 625mila euro

  • Maltempo sul Salento: coperture divelte da una tromba d’aria volano in strada

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

  • Da Martano originale campagna per uso della mascherina. Il sindaco: “Monito ai negazionisti”

  • Parte un colpo mentre pulisce l’arma: ferita la fidanzata, indagato 38enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento