Politica

Filobus, Giliberti vuole esserci all'incontro tra sindaco e ministro

Salvemini vuole onorare l'impegno assunto in campagna elettorale per "liberare" la città dai pali. Per l'ex candidato del centrodestra "una battaglia di civiltà"

LECCE – Anche Mauro Giliberti vorrebbe partecipare all’incontro romano tra il sindaco di Lecce Carlo Salvemini e il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, previsto per il 5 ottobre.

Sul tavolo ci sarà la richiesta del Comune di Lecce di eliminare il filobus e la relativa infrastruttura, come promesso in campagna elettorale, al minor costo possibile. Sul punto, con qualche distinguo, c’è una certa convergenza da parte delle forze politiche cittadine: del resto anche il precedente sindaco, Paolo Perrone, aveva più volte preso la distanze dall’opera voluta da chi lo aveva preceduto, Adriana Poli Bortone.

Il sistema filoviario è costato circa 23 milioni di euro, in gran parte finanziati dal ministero, ma non ha centrato nessuno degli obiettivi che erano stati posti come premessa della sua realizzazione: il numero dei passeggeri trasportati è di oltre venti volte inferiore alla stima giornaliera delle 15mila unità. E più in generale non rientra nelle politiche di mobilità che la nuova amministrazione intende attuare.

In vista dell’annunciata missione di Salvemini, il candidato sindaco del centrodestra chiede di poter essere presente, a proprie spese, “all'incontro con il ministro Delrio, "a sostegno di una battaglia che definisco di civiltà, da me sposata in tempi non sospetti e con approfondimenti giornalistici e tecnici di pubblica conoscenza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Filobus, Giliberti vuole esserci all'incontro tra sindaco e ministro

LeccePrima è in caricamento