Giovedì, 24 Giugno 2021
Politica

Giornata internazionale della Croce Rossa: a Lecce aumentano i volontari

Le richieste di iscrizioni ai corsi sono sempre più numerose. Il commissario Zecca: "Soccorritori non solo sulle ambulanze ma impegnati a tutto tondo"

Foto di repertorio

LECCE - È la più grande organizzazione umanitaria del mondo – nata dall’intuizione di un filantropo svizzero – ed oggi la sua bandiera sventolava anche su molti municipi locali: in particolare quelli di Lecce, Leverano, Nardò e Copertino.

L’8 maggio si celebra infatti la giornata internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa ed anche in provincia di Lecce (come nel resto d’Italia) il comitato locale ha stretto accordi con le amministrazioni comunali per esporre la famosa croce: un gesto simbolico che vale come un ringraziamento collettivo per la dedizione dei volontari che, ogni giorno, prestano accoglienza e soccorso a tutte le persone in difficoltà, dai malati agli indigenti fino alle popolazioni colpite da calamità naturali ed i migranti sulle coste pugliesi.

Le celebrazioni proseguiranno nel corso di tutta la settimana e nelle giornate del 13 e 14 maggio i volontari allestiranno un gazebo in piazza Sant’Oronzo a Lecce per informare la popolazione locale del servizio reso quotidianamente da chi ha scelto di stare in prima fila per dedicarsi agli altri.

L’associazione, in provincia, può contare su numeri ormai importanti e destinati a crescere: al momento si contano 560 volontari e le liste d’attesa per iscriversi ai corsi di formazione sono chilometriche. Per poter prestare servizio sulle ambulanze (ma non solo) è necessario, infatti, superare due step: le lezioni del corso base durano oltre un mese; quelle del corso specialistico possono raggiungere anche i sei mesi.

“Le richieste delle persone che vogliono collaborare con l’associazione sono in costante aumento – conferma il commissario di Lecce, Antonio Zecca – e noi stiamo cercando di smaltirle nel tempo. Facciamo il possibile: in città è appena iniziato il corso annuale aperto ad un massimo di 50 iscritti, tutti gli altri dovranno purtroppo aspettare”.

I volontari così formati spesso vengono impiegati sulle ambulanze in qualità di autisti e soccorritori, autorizzati ad utilizzare il defibrillatore ed a compiere le manovre di primo soccorso laddove necessario, prima del trasporto in ospedale o dell’intervento del personale medico. Croce Rossa, convenzionata con il sistema sanitario e inserita nella rete dell’emergenza-urgenza, è presente sul territorio con tre sedi fisse: una aperta 24 ore su 24 a Lecce lungo viale dell’Università mentre le altre due – funzionanti su fascia oraria – si trovano a Leverano e Casarano.

Ma questo non è l’unico servizio reso agli altri. “In alcuni comuni salentini sono attivi gli sportelli di ascolto e aiuto per le persone e le famiglie in difficoltà economiche – racconta Zecca -: in questo periodo storico particolarmente drammatico ci occupiamo di distribuire viveri e generi di prima necessità; talvolta offriamo un aiuto per il pagamento delle utenze o ci facciamo carico del trasporto dei pazienti con gravi problemi di salute, costretti a affrontare lunghi viaggi per curarsi”.

L’altro fronte che vede schierata in prima fila la Croce Rossa è quello delle calamità e delle maxi emergenze. Nel Salento i volontari sono particolarmente impegnati con lo sbarco dei migranti sulle coste di Otranto e dintorni: “In queste situazioni ci occupiamo dell’accoglienza dei profughi fornendo loro il supporto necessario, distribuendo anche vestiti, calzature e coperte nell’attesa che le persone vengano trasferite nei centri di prima accoglienza”.

Ma il lavoro dei soccorritori tende verso la specializzazione. La Regione Puglia ha infatti attivato il primo corso destinato ai soccorritori speciali, formati per affrontare situazioni di emergenza in zone impervie e difficilmente raggiungibili, come nel caso dell’area di Porto Selvaggio a Nardò. E la prima squadra pugliese sarà pronta ad operare a breve. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata internazionale della Croce Rossa: a Lecce aumentano i volontari

LeccePrima è in caricamento