Domenica, 1 Agosto 2021
Politica

Primarie del centrosinistra, i Giovani democratici si mobilitano per il segretario

L'organizzazione giovanile del Partito democratico ha lanciato un appello per sostenere Pierluigi Bersani. Dirigenti, amministratori e semplici militanti spiegano perché il rinnovamento passa dal numero uno attuale

Pierluigi Bersani

 

LECCE – Nel giorno in cui Matteo Renzi fa tappa a Lecce nel suo tour per le primarie, i Giovani democratici – componente ufficiale del Pd – accelerano sulla mobilitazione in favore del segretario, Pierluigi Bersani. Sono 21, al momento, le firme apposte in calce all’appello pro segretario (che si può sottoscrivere su Facebook) e sono quelle delle figure apicali della “giovanile” – a partire dal segretario provinciale, Luciano Marrocco - oltre a quelle di amministratori locali e militanti.

Mariarosaria De Bartolomeo assessore alla cultura comune di Veglie, di 29 anni dichiara: Voto Bersani perché crede nel rinnovamento democratico delle idee e del fare politica, perché ha una linea pragmatica e non demagogica di Italia, perché insieme a lui, il Partito democratico sarà protagonista di una nuova stagione europeista e di sinistra”.

Chiara Pappadà  ha 28 anni ed è responsabile del progetto Finalmente Sud di Lecce: “Io voto Pierluigi Bersani – spiega - perché può riportare la dignità nella politica e risollevare l'Italia. E'onesto e infonde orgoglio e forza in chi lo ascolta. Per lui il vero cambiamento avverrà grazie alla formazione dei giovani: unica, vera carta vincente. Formarli e lavorarci insieme per il bene dell'Italia come sta accadendo con Finalmente Sud. Ed ancora: è per la squadra e non per i personalismi; al centro del suo programma c'è il lavoro come diritto, l'uguaglianza sociale ed economica.  Per questo sono orgogliosa di sostenere Bersani”.

Lucia Viola, responsabile regionale per il lavoro, 29 anni, sta con Pierluigi perché è serio e competente, rifugge dall'idea dell'uomo solo al comando. Perché crede nel rinnovamento e lo ha dimostrato investendo nella formazione politica dei giovani. Perché mai come in questo momento di crisi economica c'è bisogno di una sinistra con una cultura di governo riconosciuta in Europa”.

Emilio Micocci 22 anni, segretario dei Giovani democratici di Lecce e senatore accademico all’Università del Salento ha così motivato il suo voto:  “Sosterrò Bersani perché il rinnovamento non si fa a parole ma investendo con i fatti sulle pratiche di buona politica degli amministratori locali, dei militanti e dei simpatizzanti nei territori. Solo questo potrà ridare speranza a questa Italia messa in ginocchio dalla crisi, e Pierluigi Bersani sembra essere l'unico ad averlo capito”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie del centrosinistra, i Giovani democratici si mobilitano per il segretario

LeccePrima è in caricamento