Politica

Verso il distretto turistico: la Grecìa Salentina rivendica un ruolo da protagonista

Il sindaco di Melpignano e presidente dell’Unione, Ivan Stomeo, ha scritto al prefetto, Caludio Palomba, per rivendicare l’esigenza di partecipazione e condivisione del progetto annunciato, che in prima battuta coinvolgerà le località costiere

LECCE – Un ruolo di primo piano ai comuni della Grecìa Salentina nell’ambito del costituendo distretto turistico. Il progetto è stato promosso giorni addietro nel corso di un incontro organizzato dal prefetto di Lecce, Claudio Palomba, e le amministrazioni dell’entroterra chiedono ora di essere protagoniste.

Il sindaco di Melpignano, Ivan Stomeo, e presidente dell’Unione della Grecìa Salentona, argomenta la rivendicazione di non essere subalterni alle località costiere, che saranno le prime interessate dal progetto: “Negli ultimi vent’anni la Grecìa è stata protagonista del cambiamento e laboratorio costante di un modello di sviluppo turistico i cui risultati sono sotto gli occhi di tutti. Un modello che ha scommesso sul turismo consapevole: rispettoso, lento, riflessivo e fuori dai circuiti di una fruizione ‘usa e getta’. Promuovere la conoscenza di una lingua, il grico, attraverso la musica di tradizione, coglierne le molteplici connessioni con la natura e i suoi tesori artistici è stato l’unico modo per istituire un rapporto nuovo con il ‘fare turismo’ prima con i salentini chiamati a confrontarsi con una forte identità che diventava occasione di incontro, poi con il resto del mondo, con le centinaia di visitatori che ogni anno hanno scelto di compiere un viaggio per scoprire l’anima musicale della penisola. Ecco perché La Notte della Taranta, rappresenta l’eccellenza nel panorama dell’economia turistica del Salento”.

“La creazione di un sistema di fruizione moderno nel territorio del distretto – prosegue Stomeo - ci offre l’opportunità di avviare una riflessione strategica sul futuro, sul ruolo che la cultura può avere come settore trainante in una provincia i cui patrimoni culturali rappresentano un indubbio vantaggio competitivo nei confronti degli altri, perché custoditi in una sorta di cofanetto circondato dal mare limpido, a tratti incontaminato. Da qui l’esigenza di creare nel mercato turistico un prodotto che rappresenti la sintesi del territorio, un unicum che consenta di proporre un’offerta integrata e variegata dove è possibile coniugare vari aspetti della vacanza, all’interno di un percorso dove paesaggio, cultura, folklore, fede, enogastronomia, fungano da collante nel definire un circuito turistico di qualità”.

Melpignano all’Expo

Intanto arriva dal ministero dell’Ambiente un riconoscimento alle buone pratiche di Melpignano. Sabato 17 ottobre, il sindaco Stomeo presenterà nell’ambito della Summer School presso l’Expo di Milano, il progetto di efficientamento energetico dell’ex convento degli Agostiniani.

Sono tre gli edifici pubblici dove sono stati realizzati interventi di questo tipo, che si vanno ad aggiungere ad altri già portati a termine in diversi settori: realizzazione di un impianto geotermico presso dell'Istituto comprensivo "Oriolo e Ceccato", pubblica illuminazione telecontrollata e telegestita per ogni singolo punto luce, impianti fotovoltaici diffusi su edifici pubblici e privati anche utilizzando l'esperienza della cooperativa di comunità, incentivi nel PUG per chi utilizza tecniche costruttive in bioedilizia, lampade votive a LED e tante altre ancora.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso il distretto turistico: la Grecìa Salentina rivendica un ruolo da protagonista

LeccePrima è in caricamento