Guido prova a spegnere le polemiche col Conapo: “Uniti per la prevenzione”

L'assessore comunale alla Protezione civile replica alle critiche del segretario provinciale del sindacato dei vigili del fuoco, Giancarlo Capoccia: “I servizi di supporto previsti dovrebbero essere apprezzati, non screditati”

LECCE – Alla fine, l’assessore alla Protezione civile del Comune di Lecce, Andrea Guido, risponde al Conapo e prova a spegnere i “fuochi” delle polemiche, nate intorno a quello che viene ritenuto un piano di sicurezza piuttosto discutibile, nella gestione delle single competenze. “Dispiace – dichiara - dover sentire parole di discredito in merito ai servizi di supporto predisposti in occasione della festa patronale”.

“Il piano sicurezza – precisa - fortemente voluto dall'amministrazione comunale per assicurare ai leccesi tre giornate di serenità e prevenzione avrebbe dovuto destare il plauso di chi è quotidianamente impegnato in questo senso, sempre fra mille difficoltà e in regime ridotto di personale. Invece, ho avuto modo di constatare che il Conapo, sindacato autonomo dei vigili del fuoco, ha avuto da ridire su modalità e sullo spirito di questa iniziativa”.

Per Guido, ferme restando le competenze e specifiche mansioni di ciascuno dei soggetti coinvolti, sarebbe “utile” istituzionalizzare il protocollo di intesa fra vigili del fuoco e Protezione civile, cui fa riferimento Capoccia: “Lavoreremo certamente – spiega - in questa direzione. Nel frattempo però, e soltanto per queste giornate di festa, l'amministrazione ha pensato bene di affiancare i vigili, supportando la loro attività - sempre egregiamente svolta - con un servizio di ricerca delle persone disperse”.

“Un servizio – chiarisce - che, nei fatti, ha funzionato, visto che grazie agli addetti é stato ritrovato un bambino di cinque anni che aveva perso i suoi genitori e che ha girovagato per venti minuti per le strade del centro cittadino in totale solitudine. I genitori ci sono ancora grati per aver ritrovato il loro bimbo. La prevenzione è fondamentale, anche e soprattutto alla luce di episodi che di recente si sono verificati nel nostro territorio (il tentativo di rapimento di in bambino a San Foca da parte di tre uomini è solo un esempio) e in concomitanza di occasioni che portano a una grande concentrazione di gente in città”.

“Mi piacerebbe – asserisce l’assessore - che questa azione fosse congiunta e soprattutto condivisa. Che, insomma, si possano lasciare da parte le polemiche quando si parla di servizi al cittadino”.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale in moto contro un'auto: muore 54enne, grave una donna

  • Trascina la figlia per l'orecchio, i clienti del bar si ribellano e finisce a botte

  • Coronavirus in Puglia: nove positivi, cinque nel Salento fra cui anziano di una Rsa

  • Sospetta violenza sessuale: 20enne con forti dolori denuncia stupro

  • Covid-19, venti nuovi positivi in Puglia. Quattro in provincia di Lecce

  • Dall’epidemiologo “supposte di realismo”: al Sud a rischio il 99 per cento dei cittadini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento