Politica

I "grillini" davanti alla Questura: "Siamo con Genchi"

Sit-in di sensibilizzazione del MeetUp "Salentini Uniti con Beppe Grillo" domani alle 10 davanti alla Questura di Lecce. Obiettivo: ensibilizzare sulla vicenda del consulente dell'ex pm De Magistris

b-2

Il MeetUp "Salentini Uniti con Beppe Grillo" (https://www.meetup.com/salentini-uniti)aderisce all'iniziativa di solidarietà per Gioacchino Genchi, promossa da Sonia Alfano, Benny Calasanzio e Salvatore Borsellino, organizzando un sit-in che si terrà domani, sabato 28 marzo, a partire dalle 10, davanti alla Questura di Lecce, con l'obbiettivo di sensibilizzare l'opinione pubblica sulla vicenda del consulente dell'ex pm De Magistris. Analoghe iniziative pacifiche saranno tenute in contemporanea davanti alle Questure di tutta Italia da parte di gruppi di altri cittadini consapevoli.

Vice questore della polizia in aspettativa, Gioacchino Genchi è stato uno dei più preziosi collaboratori dei giudici Falcone e Borsellino nella lotta contro la mafia, nonché collaboratore di Luigi De Magistris. Esperto di informatica e telefonia, è specializzato nell'incrociare i tabulati delle telefonate. Ha prestato i suoi servizi in tanti processi per omicidio, rapina, mafia, tangenti, stragi, 'ndrangheta, camorra.

Si legge nel comunicato inviato dal gruppo Salentini "Uniti con Beppe Grillo": "E' stato recentemente coinvolto dalla stampa e dal presidente Berlusconi in merito a un presunto scandalo di intercettazioni, nell'intento di screditarne l'operato. Nel febbraio del 2009 è stato aperto un procedimento penale a suo carico presso la Procura di Roma. Genchi si è difeso in un'intervista pubblicata su internet, parlando delle responsabilità dei suoi accusatori. A seguito di questa sua difesa lunedì 23 marzo 2009 Gioacchino Genchi è stato sospeso da ogni funzione dalla Polizia di Stato".


"Sempre più cittadini - conlcude la nota - stanno sviluppando un senso critico rispetto al 'pensiero unico' rappresentato dalla maggior parte del sistema informativo italiano, per lo più asservito a chi comanda le leve del Potere. Sempre più cittadini sono stanchi di menzogne e di mezze verità e pretendono una Giustizia che funzioni, uno Stato che davvero combatta le Mafie ed il malaffare di una classe politica spesso indegna o comunque espressione della parte peggiore del nostro Paese".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I "grillini" davanti alla Questura: "Siamo con Genchi"

LeccePrima è in caricamento