Domenica, 20 Giugno 2021
Politica

Il sindaco Guido: "Maggioranza compatta: no a Ici su prima casa"

Il primo cittadino annuncia: "Se sarà lasciata facoltà di scelta, non applicheremo l’Ici/Imu sulla prima casa, o solo la tassazione minima se obbligati. Patto di fine legislatura per centrare gli obiettivi"

Lino Guido.

 

MONTERONI DI LECCE – A dieci giorni dalla mozione di sfiducia presentata dalla minoranza, che fa seguito ad un cambio di giunta avvenuta nel corso dell’estate dopo una mezza bufera politica,  il sindaco Pdl di Monteroni di Lecce, Lino Guido, ribadisce che la maggioranza è solida, e lo fa rilanciando una proposta destinata a generare discussione: “Se sarà lasciata facoltà di  scelta ai Comuni, la nostra amministrazione non applicherà l’Ici/Imu sulla prima casa, o applicherà la tassazione minima se obbligata, cercando di alleviare il carico fiscale delle scelte del Governo  sulle famiglie monteronesi”. Il documento con cui si promuove la proposta è del primo cittadino è stato sottoscritto da Giovanni Mazzotta, Gianluca Barba, Ferdinando Lorenzo, Mauro Madaro, Antonio Quarta, Ilaria Leucci, Massimiliano Manca, Alfonso De Carlo, Paolo Vadacca e Fabio Frassanito.

“Siamo uomini di fatti non di parole”, tuona il primo cittadino, lanciando una sorta d’ideale guanto di sfida. L’obiettivo, ovviamente, è dimostrare soprattutto solidità amministrativa. “A fronte di chi paventa mancanza di maggioranza e auspica l’arrivo dell’ennesimo commissariamento”. Lino Guido parla, dunque, di coesione d’intenti, “dopo una puntuale verifica interna” e su tutti i fronti caldi: non solo sul tema del no alla nuova Ici/Imu, ma anche “sullo sviluppo dell’area industriale, l’ampliamento dell’università nel nostro territorio, l’opera di risanamento finanziario necessaria a non far gravare nuove tasse sui monteronesi, la riqualificazione urbana in essere con tutti i cantieri aperti, l’attenzione alle tematiche dell’ambiente, della sanità, della cultura, dello sport, dei giovani e degli anziani e della tutela delle fasce deboli”.

“Ebbene – rincara la dose, il sindaco - su questi temi la maggioranza, ancora oggi formata da tutti i gruppi politici che ne hanno composto l’ossatura, rilancia con forza l’azione amministrativa  sottoscrivendo un patto di fine legislatura che possa permettere di centrare questi obiettivi necessari a delineare una Monteroni migliore per le future generazioni”.

Infine, un appello rivolto “a quelle forze della minoranza che con spirito di responsabilità hanno dimostrato di lavorare per il bene comune: l’invito è di aderire e partecipare attivamente a questo patto per essere protagonisti tutti insieme di un nuovo sviluppo contro le forze oscure di chi, per esclusivi interessi personali, mira a rinviare lo sviluppo della nostra comunità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco Guido: "Maggioranza compatta: no a Ici su prima casa"

LeccePrima è in caricamento