Il Pd su Marra: “L’ex sindaco prenda atto del fallimento politico”

Il segretario cittadino di Squinzano, Mauro Maggio, accusa il consigliere provinciale di non voler ammettere le proprie colpe sulla fine anticipata dell'amministrazione: "Nella sua gestione, troppe illegittimità ed illiceità"

 

SQUINZANO – L’amministrazione Marra che non c’è più, tra veleni ed accuse reciproche sulle responsabilità della chiusura anticipata dell’esperienza di governo. Sull’argomento, interviene anche il Pd, attraverso il segretario politico cittadino, Mauro Maggio, che, ad un mese da quella che definisce una fine “provvidenziale” dell’amministrazione, sottolinea come si stia continuando ad assistere al “poco edificante scambio di accuse tra gli ex alleati”.

“Sarebbe più serio – spiega -, oltre che logico, che l’ex sindaco prendesse atto del proprio fallimento e della sua incapacità di tenere unita la sua maggioranza, nonostante la campagna acquisti tra le file dell’opposizione. Abbiamo assistito per anni ad una involuzione sociale, economica e culturale della nostra città e ad una scellerata gestione della cosa pubblica da parte di un sindaco e di una maggioranza che, nonostante le insanabili divergenze politiche ed amministrative, per nove lunghissimi anni ha continuato a sopportarsi”.

Per Maggio, nel corso degli anni l’opposizione ha svolto “con coscienza” il ruolo che l’elettorato squinzanese le ha attribuito, “rilevando puntualmente in consiglio comunale il susseguirsi di numerose illegittimità e spesso anche illiceità attuate dall’ex sindaco con l’avallo della sua ex maggioranza, evidenziate anche nei provvedimenti della Corte dei Conti e degli ispettori nominati dai Ministeri per l’esame dell’attività svolta dall’amministrazione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Pd ritiene indispensabile avviare un percorso di finalizzato a creare le condizioni per ridare “dignità” e “legalità” alla comunità cittadina, evitando “gestioni personalistiche” e “clientelari della cosa pubblica” e creando “un progetto alternativo che parta dal centrosinistra e si allarghi a tutte le forze, i movimenti politici e le singole personalità che abbiano a cuore le sorti della nostra città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento