Venerdì, 24 Settembre 2021
Politica Gallipoli

Il ponte seicentesco intitolato a Giovanni Paolo II

Gallipoli, nel fine settimana le manifestazioni del Comune per l'omaggio a Papa Wojtyla scomparso sei anni fa. Una fiaccolata e inaugurazione di una stele commemorativa. Venerdì una tavola rotonda

GALLIPOLI - Un segno tangibile per mantenere sempre vivo e inalterato il ricordo di Giovanni Paolo II tra i cittadini e i "devoti" e fedeli gallipolini. Una vecchia istanza dell'ex consigliere comunale Gianfranco Conte e del Pd è stata recentemente rispolverata e riattualizzata alla fine del Novembre scorso, quando il Consiglio comunale ha deliberato all'unanimità l'intitolazione alla memoria del Papa scomparso nell'aprile del 2005 del ponte seicentesco che conduce nel borgo antico. Dopo lo svolgimento della manifestazione ufficiale (fissata per il fine settimana) dunque il ponte di collegamento che dal borgo nuovo conduce alla città vecchia prenderà il nome di "Ponte Giovanni Paolo II". E sarà il modo migliore per commemorare degnamente la vita e l'attività pontificia di Karol Wojtyla nel sesto anno dalla morte e soprattutto in concomitanza con la conclusione del processo di canonizzazione che porterà alla sua beatificazione in Vaticano fissata per il 1° maggio 2011. E il Comune ha ufficializzato in queste ore il programma e le manifestazioni con le quali ci concretizzerà l'omaggio della città ionica al pontefice scomparso.

Nelle giornate del 1 e del 2 aprile prossimo infatti, la comunità di Gallipoli renderà omaggio a Papa Giovanni Paolo II attraverso la cerimonia di intitolazione del ponte seicentesco che collega il borgo alla città vecchia e che rimarrà testimonianza permanente dell'affetto della città al grande Papa. L'intitolazione del ponte rimarca e simboleggia la mission straordinaria di Papa Wojtyla: costruire, come ha fatto nei suoi oltre 100 viaggi apostolici, solidi ponti di relazioni tra paesi, culture e religioni diverse. La manifestazione è un'occasione unica, divisa in due appuntamenti, per rivivere questa esperienza, considerato il forte significato che questa commemorazione assume per la comunità di Gallipoli, sede con Nardò della Diocesi.

Nel dettaglio il 1° aprile, alle 19, presso il Teatro Garibaldi, Angela Buttiglione, giornalista Rai e Nicola Paparella, professore universitario di Pedagogia Sperimentale avvieranno la cerimonia con "Simpatia per il mondo", una tavola rotonda, moderata dal giornalista Giuseppe Albahari, che ripercorrerà il lungo pontificato di Karol Wojtyla attraverso vari racconti e testimonianze. Si prosegue sabato 2 aprile, quando dalla Cattedrale di Sant'Agata a partire dalle 19,30, una fiaccolata si muoverà verso il ponte seicentesco, luogo in cui sono previsti gli interventi del Vescovo della Diocesi di Nardò-Gallipoli, Domenico Caliandro, e del primo cittadino Giuseppe Venneri. Durante


la cerimonia ci sarà l'inaugurazione e la benedizione di una stele commemorativa dedicata al Pontefice che sarà posta in uno spazio pubblico idoneo nei pressi di quello che sarà, da quel momento in poi, l'omonimo ponte. È attesa una grande partecipazione di tutta la cittadinanza per un evento che ha triplice valenza: commemorare la grandezza d'animo del Pontefice, dare lustro alla città e autorevolezza al ponte che gode già di rilevanza storica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ponte seicentesco intitolato a Giovanni Paolo II

LeccePrima è in caricamento