Lunedì, 20 Settembre 2021
Politica

"Il presidente Gabellone chiarisca la complessa situazione del Pdl copertinese"

Mauro Valentino chiede al coordinatore provinciale del Pdl di far luce sullo stato del partito a Copertino: "Non si registrano iniziative ed attività programmatiche dentro il circolo locale"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

COPERTINO - La celebrazione del primo congresso provinciale del Pdl salentino rappresenta per tutti noi iscritti, militanti e rappresentanti nelle Istituzioni motivo di grande orgoglio: un incontro di sensibilità che è riuscito a rappresentare noi tutti senza distinguo, un evento di reale partecipazione alla politica. Il merito va al Presidente Gabellone, eletto con grande suffragio, al quale faccio i miei migliori auguri, ma anche alla mozione Congedo - Mantovano che rappresenta un contributo importante al dibattito nel partito. Ora però è giunto il momento che il Presidente Gabellone si dedichi con maggior attenzione alle vicende specifiche dei circoli esistenti nei vari comuni della provincia anche alla luce dei congressi che si terranno.

A Copertino il circolo del Pdl (che fattivamente risulta inesistente), pur avendo propri uomini nella maggioranza in Comune, non costruisce politiche per il proprio territorio dal termine dell'ultima campagna elettorale per l'elezione del sindaco. Non si registrano iniziative e attività programmatiche che un circolo politico dovrebbe curare quotidianamente. Il mio rammarico per questo stato di cose deriva dall'assistere ad un'inerzia senza giustificazioni. Io provengo da Alleanza Nazionale ed ho sposato il progetto del Pdl; ricordo che quando ero presidente del circolo di An ho percorso sempre la strada del confronto, della partecipazione e dell'interazione con i cittadini; gli enormi successi che An ed io personalmente abbiamo conseguito erano il frutto di questa impostazione. Il Pdl copertinese oggi è diviso in quattro e più anime. Decisamente troppe per svolgere un lavoro congressuale sereno e lineare pur trattandosi di un grande partito.

Oggi abbiamo la necessità di essere chiari e trasparenti nei nostri atteggiamenti politici, ognuno deve dire da che parte sta sia all'interno del partito sia all'esterno. A Copertino questo non sempre accade: all'interno della maggioranza vi sono amici che pur essendo regolarmente tesserati al Pdl creano associazioni, gruppi consiliari e manifestano sempre più spesso i propri distinguo. Un gioco di travasi e viavai da una sigla ad un'altra. Ma è giusto che questi amici del Pdl operino all'interno della maggioranza sotto altre insegne e altri simboli? Quanta disponibilità e peso politico il Pdl ha deciso di offrire ancora a questi amici che nel frattempo, sottotraccia, stanno lavorando in vista del congresso cittadino?

Sì, perché nel frattempo non hanno abbandonato completamente l'idea di concorrere per la presidenza cittadina del Pdl. Quando ho fatto il mio ingresso nel Pdl ho ritenuto di farlo pubblicamente iscrivendomi al partito e aderendo al gruppo consiliare di Copertino. Questo è accaduto perché non credo che si possa essere un uomo del Popolo delle Libertà nella politica di ogni giorno ed un uomo sotto altre bandiere quando ci si trova a palazzo di città. E' concepibile quindi, per il Pdl provinciale, un atteggiamento diverso da questo? Il Presidente Gabellone, persona di grande spessore politico e noto mediatore, dovrebbe farsi carico di queste anomalie e di segnare decise linee di comportamento politico sia all'interno del partito che all'interno della maggioranza in cui il Pdl di Copertino è presente in modo determinante.

Mauro Valentino

Consigliere comunale Pdl

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il presidente Gabellone chiarisca la complessa situazione del Pdl copertinese"

LeccePrima è in caricamento