Mercoledì, 16 Giugno 2021
Politica

Il sindaco di Monteroni: "Rispettato il patto di stabilità"

Lino Guida comunica alla cittadinanza il rispetto del patto di stabilità anche per l'esercizio del 2011, attraverso un attento contenimento delle spese e l'equità sociale: "Il nostro comune è sano"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

MONTERONI - "Un comune sano e senza debiti". E' questo il messaggio che il sindaco di Monteroni, Lino Guido, lancia alla sua cittadinanza, comunicando di aver rispettato per l'anno 2011 il patto di stabilità. L'ente, dunque, ha rispettato gli obiettivi finanziari imposti dalle regole del patto di stabilità interno tra Stato ed enti pubblici anche per l'esercizio 2011.

"Da quando si è insediata - precisa il primo cittadino -, questa amministrazione ha sempre conseguito gli obiettivi del patto di stabilità cosa che non avveniva in precedenza. Questo traguardo è stato possibile grazie al contenimento e razionalizzazione delle spese effettuate; agli accertamentii su ici e tarsu per far pagare il giusto a tutti, alla maggiore attenzione alle modalità di incasso e successivi pagamenti".

Il rispetto del patto consente di evitare ulteriori aumenti della tasse per l'addizionale comunale oltre quelli già decisi dal Governolinitare il pagamento dell'ICI/IMU sulla prima casa, evitare riduzioni dei trasferimenti dello Stato al Comune ulteriori rispetto a quelli già disposti dalle ultime manovre finanziarie, evitare il blocco del ricorso al credito per il finanziamento di opere pubbliche".

"Il nostro impegno - conclude il sindaco sull'argomento - continua per un comune sano, senza debiti e al servizio dei cittadini". Un ragionamento viene, però, fatto anche sul decreto Monti di fine anno, che ha introdotto l’Imu cioè la vecchia ici sulla prima casa dal 2012: "Con tale norma - spiega - è stata ripristinata l’imposta sull’abitazione principale, che, ad eccezione di quelle incluse nelle categorie catastali A1 ed A8,godeva di un regime di esenzione dall’anno 2008 come stabilito dal governo Berlusconi. Questa amministrazione, nell’ambito delle politiche fiscali che sono consentite dal richiamato decreto, assume l’impegno verso i propri cittadini di prorogare tale regime di agevolazione precedente".

"Così a Monteroni - precisa -, salvo poche eccezioni per case di pregio,nessuno pagherà nel 2012 l’ici/Imu sulla prima casa. Attraverso la riduzione delle aliquote al minimo di legge (due per mille) associata alle detrazioni per l’abitazione principale (200euro) si abbatterà integralmente l’Imu dovuta per la prima casa  per la quasi totalità dei cittadini". "Questa - sostiene Guido - è la vera politica fiscale fatta da questa amministrazione per i cittadini di Monteroni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco di Monteroni: "Rispettato il patto di stabilità"

LeccePrima è in caricamento