Politica Poggiardo

Emissioni nauseabonde dall'impianto, predisposte alcune misure

Incontro tra il commissario straordinario Grandaliano e i sindaci di Poggiardo e Giuggianello. Arpa fornisce un nuovo sistema di controlli

POGGIARDO – Una serie di misure urgenti sono state analizzate questa mattina per limitare il più possibile le emissioni odorigene provenienti dall’impianto di biostabilizzazione di Poggiardo.

Alla riunione hanno partecipato il commissario dell’agenzia regionale per i rifiuti, Gianfranco Grandaliano, i rappresentanti dell’azienda Progetto Ambiente 3 che gestisce il sito, quelli di Arpa Puglia e i primi cittadini di Giuggianello e Poggiardo.

"I sindaci – ha spiegato Grandaliano a margine dell’incontro - hanno giustamente chiesto accertamenti più incisivi e di carattere sistemico, che possano scongiurare, in futuro, il ripetersi di simili fenomeni. In tal senso, Arpa fornirà già entro domani un sistema di controlli che la ditta Progetto Ambiente si è impegnata a attivare nel più breve tempo possibile".

L’azienda si è detta anche disponibile ad anticipare la manutenzione del letto del biofiltro, mentre, per evitare sversamenti di percolato la richiesta è stata quella di disciplinare i flussi di ingresso secondo fasce orarie. Le amministrazioni comunali, per parte loro, dovranno accertare con costanza l’idoneità e l’efficienza dei mezzi utilizzati per la raccolta dei rifiuti. Infine, il sindaco di Poggiardo dovrà predisporre un’ordinanza che impedisca la formazione di code formate dai mezzi in attesa di entrare nell’impianto.

Il 20 settembre tutte le parti interessate si ritroveranno intorno al tavolo per fare il punto sull’avvio dei controlli e valutare l’effettiva applicazione degli interventi concordati oggi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emissioni nauseabonde dall'impianto, predisposte alcune misure

LeccePrima è in caricamento