Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica

Tangenziale Est: gli interessi e la rivalutazione valgono 17 milioni di euro

Il debito del Comune, che ha perso i tre i lodi e fatto maturare gli interessi, è passato a 32 milioni. E la ditta costruttrice si rivolge direttamente alla Regione Puglia. Torricelli critica le spese legali e per i collegi arbitrali: oltre 2 milioni

LECCE – La ditta Leadri, che ha costruito la Tangenziale Est di Lecce, ha inviato una diffida (la seconda) alla Regione Puglia chiedendo la corresponsione diretta dei 9 milioni relativi al secondo lodo arbitrale – la cui sentenza d’appello è già passata in giudicato -  e spiegando le ragioni per il quali l’originario credito nei confronti di Palazzo Carafa e relativo al totale dei tre lodi è passato da 23,3 a 32,2 milioni di euro: dal sessantesimo giorno successivo alla pubblicazione della decisione degli arbitri, infatti, decorrono gli interessi legali e moratori che, nella fattispecie, ammontano  a 9 milioni circa che si sommano ai circa 8 del primo stock di debito, per un totale di 17 milioni.

Lo ha reso noto Antonio Torricelli, del Partito democratico, che ha stimato in 40 milioni di euro il fardello rappresentato per il Comune di Lecce da 18 debiti fuori bilancio negli ultimi quattro anni, già nell’ultimo consiglio comunale – quello in cui si è discusso dell’approvazione del bilancio consuntivo del 2012 – aveva ammonito il sindaco sulla diffida della Leadri. L’amministrazione è nel frattempo in attesa che la Regione Puglia liberi le risorse destinate al pagamento dei lodi, ma l’istruttoria non si è conclusa e non si può fare ancora affidamento sulla certezza di alcun soccorso da Bari. Fatto che pone i conti comunali a serio rischio. Fino ad ora il Comune ha confermato la disponibilità, ricavata dai bilanci, di 9 milioni di euro.

Ma c’è un altro aspetto che scandalizza il consigliere Torricelli: l’esosità delle spese legali e di funzionamento dei collegi arbitrali che ammontano a 2,3 milioni di cui i due terzi a carico del Comune. Su questo tema mesi addietro ha presentato una mozione, che ha ricevuto voto unanime dall’aula, in cui si chiedeva al sindaco e alla giunta di verificare la correttezza delle procedure. Ma da allora nulla sembra essersi messo in moto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tangenziale Est: gli interessi e la rivalutazione valgono 17 milioni di euro

LeccePrima è in caricamento