Domenica, 25 Luglio 2021
Politica

Regolamento Imu, un appello per favorire i salentini residenti all’estero

Il presidente della Provincia, Antonio Gabellone, chiede ai sindaci di recepire le indicazioni di legge che consentono di assimilare a prima abitazione la casa i cui proprietari si sono stabiliti in altri Paesi

 

LECCE – I Comuni, con apposita previsione nel regolamento, posso esentare i proprietari di abitazioni residenti all’estero, dal pagamento dell’aliquota ordinaria, assimilandola la casa di proprietà a prima dimora purché non risulti locata.
 
Lo ricorda ai sindaci del Salento il presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone, che ha accolto la richiesta prospettata dalla Rete delle Associazioni emigranti e nell’ultima seduta di giunta a Palazzo dei Celestini ha deliberato un appello ai sindaci – in accordo con l’assessore Marcella Rucco, che ha la delega alla Relazioni internazionali - perché si avvalgano della facoltà concessa loro dal decreto legislativo numero 16 del 2012 che permette la concessione dell'agevolazione.
 
Gabellone si è detto fiducioso che “pur afflitti da innumerevoli incombenze, i primi cittadini valuteranno sicuramente la possibilità di prevedere nei loro regolamenti le agevolazioni previste dalla legge”. La Provincia è propensa ad avviare una collaborazione con la Rete Provinciale delle Associazioni Emigranti, che darà l’avvio a “progetti ed iniziative importanti per i giovani laureati salentini e, più in generale, per l’intera comunità, che ancora oggi può contare sul contributo dell’emigrazione, quel lavoro che tanto apporto ha dato al progresso e alla crescita dei comuni salentini”. 
 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regolamento Imu, un appello per favorire i salentini residenti all’estero

LeccePrima è in caricamento