rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Politica

Inaugurata la sede di Italia Viva: "Non con i sovranisti, non con i populisti"

Presente la presidente del partito e viceministra a Infrastrutture e Mobilità sostenibili: "Siamo nel campo del riformismo del progressismo"

LECCE - Inaugurata a Lecce, in via Leuca 143, la sede provinciale di Italia Viva, alla presenza della viceministra a Infrastrutture e Mobilità sostenibili Teresa Bellanova che è anche la presidente del partito fondato da Matteo Renzi. 

“Sia pure con tutte le accortezze e le attenzioni necessarie - ha detto -, e anche con un numero necessariamente limitato di nostri iscritte ed iscritti, tornare a vedersi e parlarsi in presenza, mettendo a fuoco le attività che dovranno arricchire questo luogo della politica riformista a disposizione della città e del territorio è, non mi vergogno a dirlo, emozionante”.

Ad accoglierla c'erano, Massimo Toma, coordinatore provinciale, e Ada Fiore, coordinatrice regionale, oltre ad alcuni iscritti accorsi per lo scambio di auguri.  “L’apertura di una sede a disposizione della comunità democratica, dei giovani, delle donne, di chiunque abbia voglia di buona politica è un fatto importante - ha proseguito la viceministra -. Certifica la voglia di fare che io registro in tutti i nostri appuntamenti, il lavoro di radicamento che ci vede impegnati, e dà una chiara indicazione sul futuro".

L'occasione è stata propizia per ribadire l'indirizzo politico da seguire: "Come hanno ribadito i coordinatori Toma e Fiore, i prossimi appuntamenti elettorali – anche a partire da quello che investe l’Amministrazione provinciale di Lecce -, ci vedranno presenti dovunque. Dove possibile con il nostro simbolo, altrove con le formazioni civiche e con un dato ben chiaro: il nostro campo è quello del riformismo e del progressismo, non con i populisti, non con i sovranisti. Significa voler guardare in faccia la complessità e i problemi, avendo il coraggio di affrontarli e risolverli nell'interesse del Paese non con slogan o norme bandiera che poi si rivelano inutili perché le soluzioni sono spesso difficili e vanno costruite tassello dopo tassello. Cavalcare o esasperare problemi e difficoltà per alimentare e consolidare rendite di posizione non è il nostro modo di fare politica".

Per Italia Viva, ha chiarito Bellanove, esiste anche una questione generazionale da affrontare: "Siamo già al lavoro su un calendario di incontri nel prossimo anno a partire da un progetto di formazione politica. Perché è forte l'esigenza, soprattutto nel Mezzogiorno, di nuove classi dirigenti preparate, competenti, appassionate, disposte a mettersi in gioco per le loro comunità. C'è bisogno di una politica inclusiva, capace di fare spazio alle nuove generazioni, piuttosto che rinchiusa sempre più asfitticamente nel campo da gioco delle nomenclature. Il nostro riformismo è anche questo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugurata la sede di Italia Viva: "Non con i sovranisti, non con i populisti"

LeccePrima è in caricamento