Mercoledì, 23 Giugno 2021
Politica

Incarichi, D'Autilia "sfida" la senatrice Poli Bortone

Divampa la polemica sulle consulenze esterne. Se l'assessore Greco getta acqua sul fuoco, il giovane consigliere rilancia. Io Sud attacca sulla società affidataria della riscossione della Tarsu

P._Carafa-10

LECCE - "Attendiamo con ansia di conoscere dalla senatrice Poli cosa abbiano prodotto per la città di Lecce gli incarichi affidati a consulenti a lei molto vicini, dei cui intrecci si sta occupando la magistratura e anche la cronaca, ma di cui lei misteriosamente non parla". Non ci vuole molto a cogliere, tra le righe, il riferimento alle ultime vicende che coinvolgerebbero Massimo Buonerba (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=27465).

Perentorio, il fendente del consigliere di maggioranza Damiano D'Autilia, fedelissimo del sindaco Paolo Perrone,arriva a mezzo stampa alla senatrice Adriana Poli Bortone proprio quando Fiorino Greco, assessore comunale al Contenzioso, getta acqua sul fuoco a proposito delle polemiche incrociate sugli incarichi ai consulenti esterni pagati con i soldi pubbilci. A dire il vero, già nel 2009 le consulenze di Buonerba finirono nell'occhio del ciclone. Carlo Salvemini e Carlo Benincasa, che affrontarono il tema in una conferenza stampa presso la sede del Partito democratico (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=17374), sono stati poi querelati dallo stesso ex collaboratore della Poli.

Ieri, nel corso del Consiglio provinciale, l'ex sindaco ha annunciato la volontà di difendersi rispetto al "ritornello" per cui tutto quello che non va a Palazzo Carafa sarebbe imputabile alle due giunte da lei guidate (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=27848). Da ultimo, le onerose parcelle di alcuni noti avvocati, liquidati in questi giorni dal Comune dopo apposita determina dirigenziale che può essere consultata da chiunque ne faccia richiesta. Tanto che nomi e cifre sono stati pubblicati dalla stampa.

"Ci siamo limitati esclusivamente - ha corretto il tiro oggi l'esponente dell'attuale esecutivo cittadino - ad effettuare alcune precisazioni rispetto ad informazioni attinte direttamente dai giornali. Nulla più e nulla meno". Nessun intento polemico, tutto sommato, nemmeno per Damiano D'Autilia per il quale, tuttavia, la leader di Io Sud starebbe cercando di deviare il discorso da questioni più scottanti, prima con la proposta dei test antidroga, "adesso con la minaccia di tutelare la sua azione di governo".

Il gruppo di Io Sud, tuttavia, non resta alla finestra. La consigliera Francesca Mariano chiama la giunta Perrone alle sue attuali responsabilità: "Mi riallaccio alla conferenza stampa, in pompa magna, di qualche giorno fa dell'assessore al bilancio Attilio Monosi in tandem con il sindaco Paolo Perrone, sulla riscossione diretta della Tarsu. In quell'occasione si sono vantati del successo derivante dalla riscossione diretta della tassa. Ma allora come si giustificano gli oltre 2 milioni e mezzo più Iva versati nelle tasche della Engineering tributi- Coset S.p.a."? La guerra sottotraccia tra le due anime del centrodestra continua, a quanto pare senza esclusione di colpi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incarichi, D'Autilia "sfida" la senatrice Poli Bortone

LeccePrima è in caricamento