rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Politica

Incendi boschivi, la regione Puglia taglia i fondi destinati ai vigili del fuoco

Un taglio drastico dei fondi della convenzione regionale sugli incendi boschivi, ridotti da 1,5 milioni di euro a 500mila euro

LECCE – Un taglio drastico dei fondi della convenzione regionale sugli incendi boschivi, ridotti da 1,5 milioni di euro a 500mila euro. A lanciare l’allarme è Alessandro De Giorgi, segretario provinciale della Uilpa vigili del fuoco di Lecce.

A meno di un mese dall’inizio della campagna Aib (antincendio boschivo) la regione Puglia ha deciso di ridurre di due terzi i fondi necessari per tale servizio, nonostante l’attuale quadro normativo continui ad affidare alle regioni la competenza in materia di lotta attiva agli incendi.

Non potranno dunque essere garantite, spiegano dal sindacato Uilpa, le squadre aggiuntive di vigili del fuoco, che nel 2015 hanno portato a compimento ben 6.507 interventi per un totale di 10.327. Gli uomini impegnati negli ordinari interventi di soccorso tecnico urgente, in una situazione di grave carenza di organici e di mezzi di soccorso, senza le squadre aggiuntive garantite dalla regione Puglia, non saranno dunque in grado di intervenire in maniera efficace sugli incendi boschivi.

“E’ chiaro dunque – si legge in un comunicato ufficiale – che la regione Puglia vuole fare cassa a scapito della sicurezza dei cittadini, pensando che quello sulla sicurezza sia un costo e non invece un importante investimento, condannandoci a pagare un costo ben più salato”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendi boschivi, la regione Puglia taglia i fondi destinati ai vigili del fuoco

LeccePrima è in caricamento