rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Politica

Incendi boschivi, più competenze ai vigili del fuoco. Presentati gli emendamenti

Alcuni senatori di Pd, Fi, M5S e Lega hanno accolto la richiesta del sindacato Conapo di ottenere il trasferimento di competenze in materia di contrasto e di spegnimento degli incendi, finora affidate al Corpo forestale dello Stato: “Una prima vittoria”

LECCE – Il Conapo, sindacato autonomo dei vigili del fuoco, è da tempo impegnato in una battaglia per l’aumento delle competenze, in particolare quelle relative al contrasto degli incendi boschivi con annesso aumento di organici, mezzi e attrezzature utili alle operazioni.

Una posizione che, peraltro, incrocia perfettamente le intenzioni riformistiche del Sapaf, il sindacato del Corpo forestale dello Stato, che vorrebbe potenziare le attività di polizia ambientale ed agroalimentare, dismettendo alcune competenze: quelle, appunto, di lotta agli incendi boschivi. La riforma voluta dal Sapaf tesa a risolvere l’anomalia esistente, garantendo contemporaneamente maggiori risparmi ed efficienza, ed è passata al vaglio del Senato, mediante il disegno di legge di riforma della pubblica amministrazione numero 1577.

A questo proposito,  un mese fa il Conapo ha proposto un al Governo un emendamento che trasferisca ai vigili del fuoco le suddette competenze. E per due ragioni fondamentali. Per quanto riguarda la lotta attiva a terra, i vigili ad oggi rappresentano l’unico corpo dello Stato che può assicurare, mediante il numero di emergenza 115, il pronto intervento in tempi rapidi tanto da scongiurare in gran parte che l’incendio propaghi in modo incontrollato, così da richiedere l’uso dei costosi mezzi aerei.   

Per quanto riguarda il concorso nello spegnimento con mezzi aerei, invece, è utile ricordare che l'articolo 3 bis del decreto legge 20 giugno 2012, numero 79, ha disposto il trasferimento al dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile della flotta aerea antincendio del dipartimento della protezione civile.

Nel frattempo il sindacato ha richiesto l’intervento del mondo politico, riuscendo ad ottenere che senatori di diverse forze partitiche presentassero il loro emendamento. Le richieste dei vigili saranno quindi sottoposte al dibattito parlamentare da Stefania Pezzopane (Pd), Francesco Bruni (Fi), Vito Claudio Crimi (M5s), Giovanni Endrizzi (M5s), Nicola Morra (M5s), Patrizia Bisinella (Lega), Roberto Calderoli (Lega), Stefano Candiani (Lega). Conapo si augura che la proposta possa trovare piena condivisione ed un appoggio bipartisan, così da procedere con un riforma ritenuta veramente utile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendi boschivi, più competenze ai vigili del fuoco. Presentati gli emendamenti

LeccePrima è in caricamento