Politica

Pressioni su elettori per indirizzare il voto: aperto fascicolo su consigliere

Al vaglio del procuratore aggiunto Antonio De Donno la posizione di Fiorino Greco: secondo le indagini avrebbe fatto pressioni utilizzando la sua posizione nella commissione invalidi Asl

Forino Greco in una foto di archivio.

LECCE – Le ipotesi di reato nel fascicolo affidato al procuratore aggiunto, Antonio De Donno, sono voto di scambio e istigazione alla corruzione. Al centro Fiorino Greco, consigliere comunale di maggioranza a Lecce e in passato già sindaco di Novoli, che risulta indagato.

Avrebbe fatto pesare il suo ruolo di componente della commissione invalidi civili della Asl per promuovere la corsa del figlio, Gianmaria, vice sindaco a Novoli e candidato alle elezioni amministrative dello scorso anno, verso la carica di primo cittadino, poi effettivamente conquistata.

Le indagini condotte dai carabinieri della stazione di Novoli hanno delineato un quadro composito che ora spetta all’autorità giudiziaria valutare. Il procuratore aggiunto De Donno è titolare anche dell’inchiesta relativa alle intimidazioni rivolte proprio a Gianmaria Greco, nel novembre scorso: tre proiettili e un portachiavi a forma di bara in un plico contenente anche una lettera con accuse di clientelismo.

Sempre a Novoli due gli episodi simili che si erano verificati in precedenza: il primo nel marzo del 2014, con due buste contenenti un proiettile ciascuna, indirizzate all'allora sindaco Oscar Marzo Vetrugno e a un imprenditore del posto; il secondo si è verificato nel maggio precedente, in prossimità della scadenza elettorale: cinque proiettili in una busta lasciata sulla macchinetta del caffè nell’atrio di una sede municipale e anche in quel caso una lettera con accuse e sospetti di irregolarità per l’assunzione di personale nel settore della nettezza urbana rivolti a vari esponenti dell’amministrazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pressioni su elettori per indirizzare il voto: aperto fascicolo su consigliere

LeccePrima è in caricamento