Domenica, 25 Luglio 2021
Politica

Il Pdl setaccia il “San Giuseppe”. Sel: “Primo ospedale in provincia”

Incontro di una delegazione del centrodestra con i dirigenti e il personale medico del nosocomio di Copertino. Il partito del governatore parla di campagna elettorale e ribatte: "Reparti di eccellenza, aumentati i posti letto"

L'ingresso del "San Giuseppe da Copertino".

COPERTINO –  I consiglieri regionali Aldo Aloisi, Antonio Barba, Andrea Caroppo, Saverio Congedo, Mario Vadrucci, a margine dell’incontro organizzato dal centrodestra con i dirigenti e il personale medico dell’ospedale di Copertino, hanno indirizzato una lettera al direttore generale della Asl di Lecce, Valdo Mellone e all’assessore regionale, Elena Gentile. Erano presenti anche i parlamentare Roberto Marti, Rocco Palese e il coordinatore del Pdl di Copertino, Carlo Chiriatti.

Nella missiva si mettono in luce alcune criticità emerse durante il lungo dibattito:  una discrasia tra la vigente programmazione regionale e la bozza di proposta  di riorganizzazione dipartimentale della Asl di Lecce; in secondo luogo è stata rimarcata la mancanza dei direttori di Unità operative complesse quali Urologia, Ostetricia e Ginecologia, laboratorio Analisi, e la direzione “a scavalco” di Pediatria e Geriatria. Preoccupazioni ci sono anche per l’esclusione dell’ospedale di Copertino dai piani annuali di investimento per l’aggiornamento di apparecchiature considerate obsolete (gli esempi hanno riguardato radiologia, laboratorio analisi, diagnostica ecografia e per la "cronica carenza" di personale medico, infermieristico, tecnico ed ausiliario che rischia di compromettere il corretto svolgimento delle attività di base.

“In conclusione - scrivono i consiglieri - la sensazione che abbiamo registrato tra dirigenza e operatori è quella di un timore per il progressivo depauperamento della struttura, della mancata valorizzazione delle professionalità e in più generale di un abbassamento della qualità dell’offerta sanitaria a favore di pazienti”.

IMG_0610-2L’iniziativa del Pdl, annunciata con largo anticipo, non ha convinto la segretaria provinciale di Sinistra, ecologia e libertà, Anna Cordella: “La giunta Vendola con delibera regionale numero 3006 del 28 dicembre del 2012 sul riordino della rete ospedaliera ha rilanciato di fatto l'ospedale aumentandone i posti letto che da 153 passano a 196. Il ‘San Giuseppe da Copertino’ e' il primo ospedale in provincia  e l'unico dove anche gli ausiliari lavorano su turno  24 ore su 24 nei reparti di Medicina, Geriatria,Ortopedia, Ostetricia. Dispone di un reparto di eccellenza in Chirurgia Generale in grado di far fronte alle urgenze chirurgiche ed effettuare diagnostica invasiva. Il pronto soccorso ha una nuova sede inaugurata nel  maggio 2013. La direzione sanitaria ha in organico un direttore e 2 vice direttori sanitari. Con il nuovo piano ospedaliero sono stati raddoppiati i posti letto di Medicina generale, aumentati quelli di ostetricia e ginecologia, attivati 6 posti di neonatologia e 24 di lungodegenza”.

“Ci chiediamo quindi – prosegue l’esponente di Sel -, al netto della psicosi che il presidente Gabellone vuole innescare con le sue dichiarazioni, quali sono i documenti, le delibere, gli atti a sostegno delle sue dichiarazioni. Ci auguriamo che la futura campagna elettorale per il rinnovo dell'amministrazione comunale di Copertino non venga giocata dal Pdl su un tema così delicato ed invitiamo il presidente Gabellone, per il garbo istituzionale che lo contraddistingue, ad astenersi da dichiarazioni fortemente demagogiche come quella sull'ospedale di Copertino".

Martedì la consegna di due cardiotopografi.

Saranno consegnati domani, martedi’ 17 settembre alle ore 17, nel corso di una cerimonia presso il reparto di ginecologia dell’ospedale di Copertino, due cardiotopografi frutto di una raccolta fondi effettuata dall’Avo, associazione volontari ospedalieri di Copertino.  I nuovi strumenti - per un valore di 7mila euro - sono stati affidati al reparto diretto dal dottor Alex de Marzi. I cardiotopografi danno un aiuto fondamentale al ginecologo poiché rilevano l’attività cardiaca del feto e valutano il suo benessere: attraverso l’uso di una sonda speciale registrano l’attività di contrazione dell’utero verso fine gravidanza ed in travaglio di parto.

Alla cerimonia prenderanno parte i responsabili dell’Avo, il dirigente del reparto Alex  De Marzi, il direttore sanitario dell’ospedale, Luigi Cosentino, il direttore generale Valdo Mellone , il presidente dell’Ordine dei Medici, Gino Pepe ed i promotori dell’iniziativa, i medici Sandro Patruno, Gustavo Pompucci e Ilio Palmariggi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pdl setaccia il “San Giuseppe”. Sel: “Primo ospedale in provincia”

LeccePrima è in caricamento