menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco Salvemini.

Il sindaco Salvemini.

Salvemini sfida il centrodestra e va dal prefetto per accelerare i tempi

Solo la nuova maggioranza può ridare la parola ai leccesi entro l'estate firmando per lo scioglimento dell'assise comunale fino a sabato 24. Il sindaco ha chiesto quindi a Palomba di nominare i nuovi consiglieri quanto prima

LECCE - Il sindaco Salvemini lancia il guanto della sfida: tocca a Perrone, Giliberti, Messuti e agli altri esponenti del centrodestra cittadino decretare la fine della giunta Salvemini, privata definitivamente ieri dal Consiglio di Stato del premio di maggioranza attribuito a luglio alla coalizione che aveva vinto il ballottaggio del 25 giugno.

Salvemini ha incontrato in mattinata il prefetto per chiedere di procedere quanto prima alla nomina dei sei consiglieri comunali che, in virtù delle decisioni della giustizia amministrativa, renderanno maggioranza il centrodestra portando a 17 il numero di esponenti eletti in aula. Tanti quanti ne servondo per sancire lo scioglimento dell'assise cittadina entro il 24 febbraio, ultima data utile per il ritorno alle urne entro giugno.

Si tratta dell'unica strada per ridare subito la parola ai cittadini leccesi: se le dimissioni arrivassero dal sindaco ci vorrebbero comunque venti giorni perché diventino esecutive, quindi si andrebbe ben oltre la scadenza di sabato che bisogna invece rispettare per stare nei tempi previsti dalla legge. Qualsiasi cosa accada dopo il 24 porterebbe comunque la città a un lungo commissariamento (almeno un anno).

"Rispettando questa tempistica - ha detto il sindaco dopo l'incontro con il prefetto - saremo in condizione di ripristinare la legittima composizione del Consiglio Comunale e riconoscere ai neo eletti l’esercizio pieno dei loro diritti, compreso appunto quello di poter firmare per lo scioglimento dell’assemblea. Questo è il percorso più lineare e trasparente per mettere ciascuno nelle condizioni di esercitare sino in fondo le proprie volontà politiche di fronte alla cittadinanza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento