rotate-mobile
A Lecce

Mezzi pubblici nei centri limitrofi e meno auto in città: sindaco incontra Sgm e Regione

Salvemini a confronto con gli assessori regionali Ciliento e Delli Noci, la presidente del consiglio Capone e i vertici della società per proporre la modifica al testo unico sulla disciplina del trasporto locale: “Un’occasione e un beneficio per tutti”

LECCE – Ripensare il trasporto pubblico per migliorare, renderlo più presente anche sui territori limitrofi, e per abbattere considerevolmente la presenza quotidiana e gli impatti delle auto nel capoluogo salentino: è questo l’obiettivo che si è posta l’amministrazione leccese, che oggi ha incontrato i rappresentanti regionali e i vertici dell’azienda Sgm, a Palazzo Carafa, per discutere della proposta di modifica al testo unico sulla disciplina del trasporto pubblico locale, avanzata dalla giunta Salvemini.

Presenti al confronto, oltre al primo cittadino, Carlo Salvemini, l’assessora regionale ai trasporti, Debora Ciliento, a cui è stata consegnata la proposta, quello allo sviluppo economico, Alessandro Delli Noci, la presidente del consiglio regionale, Loredana Capone, l’assessore comunale alla mobilità sostenibile, Marco Urban De Matteis e la società Sgm.

La proposta di modifica della legge regionale se approvata consentirebbe ad Sgm di esercitare il proprio servizio di trasporto pubblico locale anche nei comuni limitrofi, offrendo ai cittadini che vengono a Lecce ogni giorno, per lavoro o per accedere ai servizi, una alternativa sostenibile all’uso dell’automobile, che oggi non esiste.

“Sono più di 100mila le auto – spiega il sindaco in un post - che ogni giorno arrivano a Lecce dalla provincia, un carico insostenibile, che si aggiunge al traffico urbano. Questa proposta è un’occasione irripetibile per raggiungere un risultato del quale beneficerebbero tutti: la città, che potrebbe veder ridotto significativamente il traffico motorizzato in entrata e il conseguente inquinamento ambientale; i pendolari che non sarebbero più costretti alla ricerca del parcheggio e a sostenere i costi della sosta tariffata; i comuni limitrofi, che sarebbero anch’essi raggiunti da un servizio di trasporto pubblico urbano oggi non presente”.

Salvemini ha chiesto inoltre all’assessora un rafforzamento delle misure di finanziamento delle reti ciclabili di collegamento tra comuni limitrofi come quella che già si sta realizzando con San Cesario, per fornire una ulteriore alternativa all’uso del mezzo privato.

La campagna elettorale

Intanto prosegue anche la campagna elettorale con il primo bagno di folla per il sindaco uscente, ricandidato con la coalizione progressista, nell’appuntamento tenutosi ieri in piazza Sant’Oronzo, e in cui le liste a sostegno hanno presentato programmi e idee per la Lecce che verrà in continuità con l’esperienza amministrativa in corso. 

La campagna elettorale del sindaco prosegue con nuovi appuntamenti in questa settimana, con tre comizi e ogni mattina passeggiate nei quartieri per incontrare cittadini e commercianti. Domani alle 19.30 a Parco Tafuro si terrà il primo comizio di quartiere della settimana. Seguirà il comizio del 22 maggio a Frigole, in Piazza Bertacchi, per finire sabato pomeriggio alle 19.30 con il comizio al nuovo Parco delle Cave.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mezzi pubblici nei centri limitrofi e meno auto in città: sindaco incontra Sgm e Regione

LeccePrima è in caricamento